Gli adolescenti bevono troppi energy drink: attenzione alla caffeina

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 26/11/2013 Aggiornato il 26/11/2013

Secondo gli esperti, gli energy drink contengono molta caffeina, che è eccitante e può dare reazioni avverse. A rischiare di più sono soprattutto gli adolescenti

Gli adolescenti bevono troppi energy drink: attenzione alla caffeina

Piacciono molto ai ragazzini e non spaventano troppo i genitori. Gli energy drink, infatti, spesso vengono presentati come prodotti benefici, in grado di stimolare mente e fisico. In realtà, nascondo parecchie insidie, soprattutto quando se ne bevono troppi. In particolare, secondo l’Anses, l’Agenzia francese per la sicurezza sanitaria e alimentare, contengono dosi eccessive di caffeina.

I benefici sono solo presunti

Gli energy drink sono commercializzate con la dicitura di “bibite energizzanti”. In realtà, secondo un rapporto dell’Anses, questa espressione non si riferisce ad alcuna definizione regolamentata. Ciò significa che nessuna autorità ha concesso ai produttori di utilizzare questa indicazione perché i prodotti in questione garantiscono effettivamente un effetto vitalizzante. Le qualità stimolanti sia a livello fisico sia mentale, dunque, sono solo presunte e non riconosciute ufficialmente.

Mettono a rischio il cuore

Non solo. Sempre l’Anses avverte che gli energy drink contengono una miscela di composti differenti, fra cui la caffeina. Una lattina standard (250 ml) di bevanda energizzante vale come due caffè (50 ml). La caffeina è una sostanza nociva se assunta ad alte dosi, specialmente nei ragazzini. Infatti, comporta molti effetti eccitanti e reazioni avverse. Dal giugno 2012, l’agenzia francese ha analizzato 257 casi di risposte negative, in particolare a carico del sistema cardiovascolare. Gli esperti hanno spiegato che queste conseguenze a livello cardiocircolatorio sono comuni soprattutto nelle persone geneticamente predisposte.

Le altre conseguenze

Non si tratta, comunque, delle uniche problematiche. Il consumo degli energy drink può creare anche disturbi psico-comportamentali, come attacchi di panico e nervosismo. Talvolta, possono comparire addirittura effetti neurologici, per esempio epilessia.

In breve

UN MERCATO IN CRESCITA

Quello degli energy drink rappresenta un mercato in rapido aumento: dal 2009 al 2001 le vendite sono cresciute del 30%.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Tampone positivo allo streptococco durante la gravidanza

23/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono delle indicazioni da seguire quando si risulta positive allo streptococco in prossimità del parto, prima tra tutte recarsi con urgenza in Pronto soccorso fin dalla prima comparsa delle contrazioni.   »

Tosse dei bambini: l’antibiotico serve o no?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La tosse secca, anche se più disturbante, non deve preoccupare e non richiede inevitabilmente l'antibiotico, che invece va somministrato quando la tosse è “grassa”, con tanto catarro, e si protrae per oltre quattro settimane senza alcun accenno di miglioramento.  »

Fai la tua domanda agli specialisti