I bambini non hanno mai sete: facciamoli bere spesso

Roberta Camisasca
A cura di Roberta Camisasca
Pubblicato il 17/07/2019 Aggiornato il 18/07/2019

Troppo impegnati a giocare, i bambini si dimenticano spesso di bere. È importante invece non far mancare mai loro l'acqua

I bambini non hanno mai sete: facciamoli bere spesso

Sempre, ma soprattutto quando fa molto caldo, i pediatri della Società italiana di pediatria preventiva e sociale ricordano l’importanza di far bere spesso i bambini per non incorrere nel pericoloso rischio della disidratazione.  Il loro corpo, infatti, è costituito per il 75% di acqua, che si distribuisce in diverse percentuali nei vari organi e svolge numerose funzioni: regola la temperatura, elimina le tossine, aiuta l’organismo ad assorbire i nutrienti, trasforma il cibo in energia, trasporta l’ossigeno e i nutrienti alle cellule, garantisce un adeguato apporto di sali minerali.

I meccanismi della sete

Ci sono meccanismi che regolano la sete: l’organismo possiede un sistema di autocontrollo della sete che ha la sua centralina nell’ipotalamo, una ghiandola del cervello. Il bambino piccolo però, come la persona anziana, non ha un efficace sistema di autoregolazione, e per questo è importante offrirgli da bere spesso, anche se non lo chiede spontaneamente.

Tante variabili

La quantità di acqua assunta dipende dall’età, dalla dieta, da fattori esterni come malattie, attività fisica, temperatura ambientale. In generale i bambini, anche se non hanno sete, devono bere di più in situazioni di caldo eccessivo, in estate o in caso di febbre, quando svolgono un’attività fisica che comporta la perdita di molti liquidi: è necessario incentivarli a bere prima, durante e dopo. Non servono sali minerali e drink zuccherati: la semplice acqua, a temperatura ambiente, e un’alimentazione sana, ricca di frutta e verdura, è sufficiente.

Come invogliarli

I genitori devono attuare una serie di accorgimenti per invogliare i bambini a bere spesso: dall’uso di bicchieri colorati alla trasformazione del bere in un gioco, fino a insegnare al bambino a servirsi da bere per conto proprio. E per tutti – genitori e insegnanti – l’impegno di dare il buon esempio bevendo spesso durante la giornata o portando con sé una bottiglia di acqua ogni volta che si esce!

 

Lo sapevi che?

Dai 4 ai 10 anni ogni bambino dovrebbe bere un litro e 100 ml di acqua al giorno, che diventano un litro e mezzo – due nell’adolescenza.

 

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Ho un neo che mi fa paura: aiuto!
17/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

A fronte di un neo diverso dagli altri, specialmente se comparso di recente e con tendenza a modificarsi per forma, colore e dimensione è irrinunciabile sottoporsi tempestivamente a un controllo dermatologico.   »

Bimbo di 16 mesi molto vivace: che fare?
16/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' normale che a 16 mesi il bambino voglia misurarsi con le sue nuove capacità psicomotorie: quello che gli si deve impedire è di farsi male, ma in generale è meglio non eccedere con i no.  »

Quanto peserà il mio bambino?
21/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

L'ecografia fornisce una stima del peso del bambino, che va considerata con prudenza in quanto il margine di errore in più o in meno è circa del 10 per cento. Indicare quanto peserà esattamente il bambino alla nascita non è dunque possibile.   »

Fai la tua domanda agli specialisti