I bimbi rifiutano il cibo se gli viene detto che fa bene

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 08/07/2014 Aggiornato il 08/07/2014

I bimbi rifiutano il cibo nutriente perché sanno che è sano; meglio che i genitori non dicano nulla riguardo i benefici per la loro salute

I bimbi rifiutano il cibo se gli viene detto che fa bene

Il cibo per i bimbi è sempre un punto interrogativo. Ma uno studio spiega ora ai genitori come comportarsi. Secondo la ricerca (che sarà pubblicata nel numero di ottobre del Journal of Consumer Research) condotta da Ayelet Fishbach della University of Chicago Booth School of Business, infatti, i bambini rifiutano gli alimenti nutrienti semplicemente perché sanno che sono sani, dando per scontato che, proprio per questo, non abbiano un buon sapore. Dunque, quando si tratta di incoraggiare i bambini a mangiare alimenti sani, è meglio che i genitori non dicano nulla riguardo a quanto sono benefici per la salute.

Diminuisce l’interesse

Spiega Ayelet Fishbach: “I bambini in età prescolare tendono a pensare che il cibo non può essere qualcosa che li rende più sani e nemmeno essere qualcosa di buono. Quindi, se diciamo che le carote li aiuteranno a crescere o a diventare più intelligenti, non vorranno mangiarle. Perciò, se vogliamo far mangiare loro le carote, basta dire che sono buone oppure non dire nulla”.

Lo studio su 270 bambini

Per arrivare a questa conclusione i ricercatori hanno condotto 5 esperimenti su 270 bambini in età prescolare: un ricercatore leggeva storie illustrate che narravano di una bambina che mangiava alcuni alimenti a merenda. In alcune storie era interessata agli alimenti perché le facevano bene, in altre era interessata perché il cibo era gustoso e in altre non si indicava il motivo per cui era interessata agli alimenti. È risultato che i bambini mangiavano di più un alimento quando non era indicato nessun motivo per mangiarlo, oppure quando veniva presentato come gustoso, rispetto a quando pensavano che facesse bene alla loro salute.

 

In breve

ADOLESCENTI MONOTONI A TAVOLA

Lo studio mette in evidenza un altro aspetto preoccupante legato alle abitudini a tavola e cioè che molti adolescenti non mangiano più di sei tipi di cibo. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccinazione in bimba di 5 anni: ci sono pericoli se la mamma è incinta?

04/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Durante la gravidanza non ci sono rischi se si sottopone il primogenito alla vaccinazione contro difterite-tetano-pertosse-poliomielite.  »

A 9 mesi legumi sì o no?

03/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Chiara Boscaro

I legumi possono essere introdotti nell'alimentazione del bambino a partire dal sesto mese di vita, a patto che siano decorticati.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Fai la tua domanda agli specialisti