Incredibile ma vero: patatine e dolci non piacciono a tutti i bambini

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 20/08/2013 Aggiornato il 20/08/2013

Secondo una ricerca europea non è vero che a tutti i bambini piacciono le “schifezze”. Solo quelli di alcuni Paesi amano in particolare le patatine e i dolci

Incredibile ma vero: patatine e dolci non piacciono a tutti i bambini

Sembra incredibile, eppure non a tutti i bambini piacciono dolci e patatine. È la conclusione cui è giunto uno studio europeo pubblicato sulla rivista Food Quality and Preference, parte del progetto europeo Idefics (Identification and prevention of dietary and lifestyle induces health effects in children and infants), che ha lo scopo di valutare le abitudini alimentari e i gusti dei bambini europei. La ricerca ha riguardato oltre 1.700 bimbi di otto Paesi: Italia, Estonia, Cipro, Belgio, Svezia, Germania, Ungheria e Spagna. Tutti i partecipanti sono stati intervistati e sottoposti a delle sorti di “test del gusto”, in grado di valutare la loro capacità di riconoscere e apprezzare i vari sapori e gusti.

Gusti in controtendenza

Dall’analisi dei risultati è emerso che tutti i bambini hanno una tendenza comune ad amare alimenti grassi e zuccherini, come patatine e dolci in genere. Tuttavia, esistono differenze sostanziali in relazione alla nazionalità e alla cultura di appartenenza. Per esempio, il 70% dei bambini tedeschi ama i biscotti, contro il 35% di quelli di Cipro. Sempre in Germania, in età infantile si apprezza  il succo di mela senza zuccheri aggiunti, mentre in Italia, Svezia e Ungheria piacciono i succhi molto zuccherati o che contengono aromi.

Cambiano con l’età

Secondo i ricercatori, la tendenza a scegliere un cibo piuttosto che un altro è influenzata soprattutto da fattori culturali. In tutti gli otto Stati, poi, con l’aumentare dell’età cresce la preferenza verso alimenti salati, come le patatine.

In breve

CAMPAGNE ANTI-OBESITA’

Considerando che non tutti i bambini amano dolci e patatine, secondo gli esperti, le campagne di sensibilizzazione contro l’obesità infantile  dovrebbero variare da Paese a Paese. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sertralina in gravidanza contro ansia e attacchi di panico: ci sono rischi?

17/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Durante la gravidanza, se necessario si possono assumere psicofarmaci della categoria degli SSRI (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) senza esporre il bambino a rischi. Ben peggio sarebbe non impiegarli quando ve ne è bisogno.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Preoccupata per l’assenza di sintomi “di gravidanza”

19/04/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è così automatico che la gravidanza, una volta iniziata, determini la comparsa di sintomi specifici, quindi l'assenza dei disturbi "tradizionali" (nausea, tensione al seno e così via) non deve essere interpretata come un segnale per forza negativo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti