Latte

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 03/09/2012 Aggiornato il 03/09/2012

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: alessio
Buonasera dottore, sono papà di un bimbo di 45 giorni. Mia moglie non lo allatta e dal secondo giorno di vita gli abbiamo dato il latte artificiale liquido, ma come finisce di bere lo vomita. Per trovare una soluzione siamo andati da un neonatologo e ci ha consigliato un latte in polvere antirigurgito formulat uno pregel, ma non abbiamo avuto nessun risultato, così ci ha dato lo sciroppo zantac tre volte al giorno ma ancora niente. Cosi ha aggiunto anche lo sciroppo peridon alternandolo allo zantac due volte ciascuno, ma il vomito continua. Cosa posso fare? Mio figlio riposa poco e il suo sonno è spesso agitato. Distinti saluti

Escluda che il reflusso gastroesofageo non sia secondario a intolleranza/allergia alle proteine del latte… Perché da quanto mi dice non migliora nè con i farmaci nè con il latte antireflusso. Mi faccia sapere.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

La “piaghetta” del collo dell’utero ostacola il concepimento?

05/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

L'ectropion della cervice non ostacola la possibilità di dare inizio a una gravidanza.   »

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti