Latte e sonno

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 17/04/2012 Aggiornato il 17/04/2012

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: mary
Buongiorno dottoressa mio figlio di 5 mesi e mezzo la
notte vuole il latte mentre l'ultima poppata dovrebbe essere quella delle
22.00. Gli do 200cc di latte con 2 biscotti eppure si sveglia che ha ancora fame. Come mai?

Salve signora,

spesso è l'abitudine di dare ai bambini bevande calde dolci durante la notte a favorire i risvegli notturni anche nei bambini più grandi di suo figlio. Se il piccolo assume la dose giornaliera di latte idonea per età e peso durante l'arco della giornata e la crescita è buona non serve il latte di notte all'età del suo bambino. Ogni bambino però è diverso. Spesso sono abitudini. Non tutti i pianti dei lattanti sono espressione di fame e i risvegli notturni possono essere dovuti a numerose cause. Siamo sicuri che si sveglia per la fame? Il latte potrebbe essere una semplice consolazione. Ne parli con il Suo pediatra curante che conosce il bambino e saprà darvi il consiglio più giusto.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Ho un neo che mi fa paura: aiuto!
17/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

A fronte di un neo diverso dagli altri, specialmente se comparso di recente e con tendenza a modificarsi per forma, colore e dimensione è irrinunciabile sottoporsi tempestivamente a un controllo dermatologico.   »

Bimbo di 16 mesi molto vivace: che fare?
16/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' normale che a 16 mesi il bambino voglia misurarsi con le sue nuove capacità psicomotorie: quello che gli si deve impedire è di farsi male, ma in generale è meglio non eccedere con i no.  »

Quanto peserà il mio bambino?
21/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

L'ecografia fornisce una stima del peso del bambino, che va considerata con prudenza in quanto il margine di errore in più o in meno è circa del 10 per cento. Indicare quanto peserà esattamente il bambino alla nascita non è dunque possibile.   »

Fai la tua domanda agli specialisti