Latte e sonno

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 17/04/2012 Aggiornato il 17/04/2012

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: mary
Buongiorno dottoressa mio figlio di 5 mesi e mezzo la
notte vuole il latte mentre l'ultima poppata dovrebbe essere quella delle
22.00. Gli do 200cc di latte con 2 biscotti eppure si sveglia che ha ancora fame. Come mai?

Salve signora,

spesso è l'abitudine di dare ai bambini bevande calde dolci durante la notte a favorire i risvegli notturni anche nei bambini più grandi di suo figlio. Se il piccolo assume la dose giornaliera di latte idonea per età e peso durante l'arco della giornata e la crescita è buona non serve il latte di notte all'età del suo bambino. Ogni bambino però è diverso. Spesso sono abitudini. Non tutti i pianti dei lattanti sono espressione di fame e i risvegli notturni possono essere dovuti a numerose cause. Siamo sicuri che si sveglia per la fame? Il latte potrebbe essere una semplice consolazione. Ne parli con il Suo pediatra curante che conosce il bambino e saprà darvi il consiglio più giusto.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dolori mestruali spariti da quando è iniziata la ricerca di una gravidanza

29/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una spiegazione strettamente scientifica alla scomparsa della dismenorrea nel momento in cui si hanno rapporti sessuali non protetti non esiste, tuttavia il fatto stesso che a volte accada rende l'eventualità possibile.   »

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che un bimbo subito dopo essere stato vaccinato contro la rosolia possa trasmetterla. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti