Neonato

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 17/10/2012 Aggiornato il 17/10/2012

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: terry790
Il mio bimbo di 13 giorni mangia ancora la quantità di latte che prendeva quando è nato. Non so cosa fare, sono preoccupata… È normale?

Salve neomamma e congratulazioni. Dipende se il latte è materno o artificiale. Se è materno, i bambini si autoregolano. Controlli la crescita settimanale: deve aver ripreso il peso della nascita (entro il quindicesimo giorno) dopo il calo fisiologico. Non servono le doppie pesate a meno che lei non senta poco latte o il bimbo non cresca. Con la doppia pesata capisce la quantità di latte che prende il piccolo. Se invece lo alimenta solo con il latte artificiale, la dose di latte aumenta, superata la prima settimana di vita, con l'aumento del peso. Ci sono formule matematiche che danno la dose di latte e il numero delle poppate a seconda del peso e dell'età. Se invece, pur alimentato con latte artificiale, non lo assume in quantità sufficiente per l'età come indicato dal pediatra vanno escluse infezioni delle vie urinarie, reflusso gastroesofageo, intolleranza/allergia alle proteine del latte ecc. Ma l'importante è la crescita! La controlli con attenzione.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Lattantino che rigurgita molto dopo ogni poppata

07/12/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Una certa percentuale di lattanti rigurgita abitualmente dopo i pasti senza che questo sia il sgenale di un problema o interferisca sulla crescita. Solo se il piccolo smette di aumentare di peso (o cresce troppo poco) il rigurgito va considerato un sintomo da non sottovalutare.   »

Due aborti spontanei dopo un figlio: si può provare ancora ad avere una gravidanza?

07/12/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

In generale, non c'è alcuna ragione per accantonare la decisione di avere un figlio, anche quando due gravidanza si sono arrestate. Prima però di cercarne un'altra può essere opportuno consultare un genetista.   »

Tosse che non passa mai in un bimbo di sei anni: che fare?

27/11/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Per capire quale possa essere la cura più adatta per controllare una tosse che si protrae per giorni e giorni è prima di tutto necessario focalizzarne l'origine.   »

Cardirene: le donne incinte di 40 anni devono per forza assumerlo?

21/11/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che le ragioni di una prescrizione vanno richieste al medico che l'ha effettuata, è senz'altro possibile che in caso di gravidanza in età avanzata, anche senza particolari fattori di rischio, venga indicato l'uso dell'aspirinetta (il Cardirene) per giocare d'anticipo sull'eventuale comparsa di...  »

Fai la tua domanda agli specialisti