Obesità infantile, fegato a rischio per i maschi

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 16/09/2016 Aggiornato il 16/09/2016

La cattiva alimentazione e la conseguente obesità infantile provocherebbero nei maschi maggiori problemi nella funzionalità epatica. Ecco perché

Obesità infantile, fegato a rischio per i maschi

La cattiva alimentazione per i più piccoli sul banco degli imputati: causa l’obesità infantile, ma anche malattie croniche legate appunto ai chili di troppo. Il sovrappeso e l’obesità, nell’arco degli ultimi decenni sono diventati sempre più motivo di preoccupazione a livello globale con numeri in costante crescita. E se negli adulti l’obesità può creare problemi molto seri, altrettanto pericolosa può essere l’ obesità infantile che, secondo i risultati di un recente studio, aumenta sensibilmente i rischi di malattie al fegato nei bambini.

Attenzione al cibo spazzatura

Proprio le implicazioni patologiche dell’ obesità infantile (sindrome metabolica) sul fegato sono state al centro di una ricerca pubblicata sulla rivista “Plos One”, che ha indagato cosa accade al fegato quando da bambiniprevale una dieta a base di junk food, cibo spazzatura, e di zuccheri. Attraverso esperimenti effettuati su sei roditori maschi e femmine, i ricercatori hanno scoperto come l’ obesità infantile aumenta l’insorgere di malattie al fegato, con un’evoluzione più rapida soprattutto nei maschi ma conseguenze finali identiche tra maschi e femmine più gravi rispetto agli adulti.  Nell’arco di quattro settimane, tutti i soggetti hanno sviluppato la steatosi epatica, che impedisce alle cellule del fegato di smaltire l’eccesso di grasso, insieme all’insorgere di fibrosi di stadio 2 (il punto di non ritorno) nell’86% dei maschi e nel 15% delle femmine nell’arco di 16 settimane.

Il problema nel nostro Paese

Secondo Claudio Tiribelli, direttore della Fondazione italiana fegato, uno degli autori dello studio, considerando che l’ obesità infantile è in esplosione anche da noi e che il danno al fegato da sindrome metabolica diventerà la principale causa di trapianto di fegato, questo studio servirà per studiare i meccanismi che portano al danno, capire le differenze maschio-femmina e soprattutto, in che modo nuovi farmaci e diagnosi precoce possono contribuire ad affrontare il problema per limitare i danni.

 

 

In brevE

PIU’ CHILI = PIU’ MALATTIE

Essere in sovrappeso aumenta il rischio di molte malattie, per cui è fondamentale che i bambini acquisiscano abitudini alimentari più sane per evitare di dover affrontare in età adulta patologie connesse all’obesità.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Prevenire tosse e raffreddore si può?
21/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Nei primi anni di vita le infezioni respiratorie, come tosse e raffreddore, sono lo scotto da pagare alla socializzazione.   »

Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fattore Rh negativo: l’immunoprofilassi anti-D va fatta in gravidanza?
11/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' più che opportuno che le donne con fattore Rh negativo che aspettano un bambino eseguano l'immunoprofilassi specifica già durante la gravidanza. L'iniezione (intramuscolare) dovrebbe essere effettuata da personale sanitario.  »

Fai la tua domanda agli specialisti