reflusso

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 03/07/2014 Aggiornato il 03/07/2014

Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: andycamy2014
Buonasera sono una mamma di una bellissima bimba di 3 mesi e purtroppo esasperata perché quando la attacco al seno, non è mai tranquilla, anzi è piuttosto agitata. Le spiego: lei è nata da parto cesareo si è attaccata subito ma fin dall'inizio ho constatato che era molto pigra. Ho infatti dovuto usare il tiralatte per i primi giorni, rovinandomi anche i capezzoli. In più non è mai stata regolare nelle poppate, anche perché il mio allattamento è a richiesta. Ora da qualche tempo mentre l'allatto lei si irrigidisce, inarca la schiena, spinge con le gambine, le tira indietro quasi a piegarsi sul dorso, piange se sta attaccata mentre ciuccia e se provo a staccarla piange lo stesso e lo fa sia se c'è il latte, me ne accorgo perche quando si stacca ha la bocca piena di latte, sia quando il latte manca suda diventa rossa si attacca e stacca in continuazione distruggendo ulteriormente i miei capezzoli. Lei pesava all'uscita dall'ospedale 3,100 kg e con un mese e 4 giorni ha preso 1,3 kg, quindi la mia pediatra dice che cresce bene ma non sa darmi una spiegazione su questo suo comportamento. Durante il giorno non dorme praticamente mai o fa sonnellini di 10/20 minuti e fa poppate lunghissime quasi di un'ora. Stiamo riuscendo a farle fare le classiche poppate ogni 3 ore e bene o male ci riesce però per questo fatto sono disperata e sono proprio in crisi. Che cosa puo essere? Daniela.

Buongiorno. Dalla sintomatologia che descrive sembrerebbe reflusso gastroesofageo. Nulla di preoccupante ma sicuramente da trattare. Le consiglio di fare una visita gastroenterologica pediatrica per risolvere il problema. Cordiali saluti

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Tosse violenta che non passa in una bimba di 4 anni: qual è la causa?

02/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Anche se di rado, una tosse secca, insistente, che nulla calma può essere dovuta al tappo di cerume: per escludere questa possibilità basta che il pediatra ispezioni accuratamente i condotti uditivi del bambino.  »

Collo dell’utero raccorciato in 25^ settimana: è possibile che torni a posto?

01/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In effetti la cervice può recuperare qualche millimetro, in assenza di contrazioni uterine, quindi non è detto che una minaccia di parto prematuro comporti con certezza la nascita del bambino molte settimane prima rispetto alla data prevista.  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti