rge

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 29/10/2012 Aggiornato il 29/10/2012

Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: occhidighiaccio
Buongiorno, sono la mamma di Giovanni, che ha 2 mesi. Vorrei sapere perché mio figlio ogni volta che gli do il biberon, subito dopo avere preso il latte rigurgita in quantità. Ho provato di tutto, anche latti ipoallergenici. Che cosa devo fare? Grazie mille

Provi a tenerlo in braccio un po' di più dopo il pasto e a fargli fare qualche pausa durante la poppata. Non cambi latte se non dietro consiglio del medico curante con il quale le consiglio di verificare la crescita e l'eventuale presenza di disturbi associati (per esempio, pianto durante il pasto, coliche ecc).

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Allatto mio figlio di due anni e sono incinta: posso usare il progesterone?

01/02/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

L'impiego di progesterone a sostegno di una nuova gravidanza è consentito durante l'allattamento, soprattutto se il bambino nutrito al seno è già svezzato.  »

Un solo neo, tre pareri specialistici diversi: a chi credere?

31/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Ogni specialista ha le sue precise ragioni quando indica il da farsi rispetto a un neo, in particolare quando i singoli pareri vengono espressi a distanza uno dall'altro.   »

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Fai la tua domanda agli specialisti