Sovrappeso e obesità: bambini e adolescenti italiani i più a rischio

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 31/01/2012 Aggiornato il 31/01/2012

Un’alimentazione sana ed equilibrata e l’attività fisica sono indispensabili per evitare problemi di sovrappeso e obesità a bambini e adolescenti

Sovrappeso e obesità: bambini e adolescenti italiani i più a rischio

Sovrappeso e obesità tra bambini e adolescenti sono un problema di grande attualità, che pone l’Italia tra i Paesi più a rischio di tutta Europa. Il 22,9% dei bambini italiani di 8 anni risulta sovrappeso, mentre l’11,1% è addirittura obeso, con punte ancora più alte nel Sud Italia, in particolare in Lazio, Puglia, Calabria, Campania e Sicilia. Lo rivela uno studio del 2010 promosso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e coordinato da diverse università italiane insieme all’Istituto Superiore di Sanità. Tra i ragazzi il problema diminuisce con il crescere dell’età e riguarda soprattutto gli 11enni.

Troppe calorie e poco sport

Sono diversi gli elementi che concorrono all’aumento di peso nei giovani: oltre a quelli di carattere genetico, vi è spesso un apporto di calorie superiore al proprio fabbisogno, unito a stili di vita sedentari e poco attivi. Sempre meno adolescenti praticano sport

regolarmente, o semplicemente vanno a scuola a piedi, mentre sono in costante aumento quelli con la TV in camera, e che giocano con i videogame per molte ore al giorno.

Perché intervenire

Sovrappeso e obesità nei bambini e negli adolescenti, così come negli adulti, sono fattori di rischio per numerose patologie croniche, e dal momento che nella maggior parte dei casi i giovani obesi saranno in conflitto con la bilancia anche da adulti, è importante educarli a stili di vita sani. Inoltre, soprattutto durante l’adolescenza, i problemi di sovrappeso e obesità sono legati a doppio filo a disagi di tipo psicologico. I ragazzi possono sentirsi esclusi dai propri coetanei a causa del loro aspetto fisico, in un’età in cui sentirsi accettato è fondamentale. Tutto ciò potrebbe peggiorare ulteriormente il loro rapporto col cibo.

Consigli per i genitori

Prestare molta attenzione, al peso, all’altezza e alla circonferenza vita. La crescita dei ragazzi deve essere monitorata in modo costante ricorrendo al medico in caso di dubbi.

Proporre ogni giorno frutta e verdura che, oltre a essere cibi sani, sono ricchi di fibre e poco calorici.

Per restare in forma la dieta non basta: favoriamo l’attività fisica regolare, magari dando anche il buon esempio. Praticare uno sport, o anche semplicemente muoversi a piedi o in bici, è molto utile per tenere a bada i chili di troppo e per evitare di passare troppo tempo davanti alla tv o al pc.

In breve

Obesità: il segreto è prevenirla fin da bambini

Sono diversi gli elementi che concorrono all’aumento di peso nei giovani: oltre a quelli di carattere genetico, vi è spesso un apporto di calorie superiore al proprio fabbisogno, unito a stili di vita sedentari e poco attivi. Sovrappeso e obesità sono fattori di rischio per numerose patologie croniche, soprattutto legate all’apparato cardio-vascolare. Ecco perché è importante iniziare fin da bambini a nutrirsi di cibi sani e a praticare sport.
 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Ho un neo che mi fa paura: aiuto!
17/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

A fronte di un neo diverso dagli altri, specialmente se comparso di recente e con tendenza a modificarsi per forma, colore e dimensione è irrinunciabile sottoporsi tempestivamente a un controllo dermatologico.   »

Bimbo di 16 mesi molto vivace: che fare?
16/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' normale che a 16 mesi il bambino voglia misurarsi con le sue nuove capacità psicomotorie: quello che gli si deve impedire è di farsi male, ma in generale è meglio non eccedere con i no.  »

Quanto peserà il mio bambino?
21/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

L'ecografia fornisce una stima del peso del bambino, che va considerata con prudenza in quanto il margine di errore in più o in meno è circa del 10 per cento. Indicare quanto peserà esattamente il bambino alla nascita non è dunque possibile.   »

Fai la tua domanda agli specialisti