Svezzamento

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 22/05/2012 Aggiornato il 22/05/2012

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: gerryefede
Salve, ho una bimba di 5 mesi e vorrei sapere le varie tappe dello svezzamento

Lo svezzamento è una filosofia di vita! Non esistono verità assolute e gli schemi variano leggermente da scuola a scuola e sono stati rivisti negli ultimi anni. Anche l'inizio dello svezzamento è discusso comunque dai 4 ai 6 mesi. Di solito chi ha latte materno ritarda al sesto mese ma non più tardi perché il solo latte materno dopo tale data non è più sufficiente. La cosa più difficile è l'uso del cucchiano e cambia la modalità di alimentazione. Le consiglio di contattare il Suo pediatra e di seguire lo schema che personalizzerà per sua figlia anche alla luce della tipologia di latte usato fino ad adesso, della crescita e delle varie problematiche che eventualmente presenta la piccola (stipsi, reflusso gastroesofageo) o familiarità per allergie alimentari / celiachia. In caso voglia conoscere una base standard che personalmente uso (anche con i miei figli) rimango a disposizione ma nessuno meglio del Suo pediatra che conosce la bambina potrà consigliarla.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sertralina in gravidanza contro ansia e attacchi di panico: ci sono rischi?

17/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Durante la gravidanza, se necessario si possono assumere psicofarmaci della categoria degli SSRI (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) senza esporre il bambino a rischi. Ben peggio sarebbe non impiegarli quando ve ne è bisogno.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Preoccupata per l’assenza di sintomi “di gravidanza”

19/04/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è così automatico che la gravidanza, una volta iniziata, determini la comparsa di sintomi specifici, quindi l'assenza dei disturbi "tradizionali" (nausea, tensione al seno e così via) non deve essere interpretata come un segnale per forza negativo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti