APP e termometri per concepire “a colpo sicuro”: conviene davvero?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 06/06/2022 Aggiornato il 13/06/2022

Una coppia giovane e sana non ha alcun bisogno di ricorrere a sussidi più o meno laboriosi per dare inizio a una gravidanza. Fare l'amore con spontaneità è la cosa migliore da fare per non accumulare stress (acerrimo nemico della fertilità) quando si decide di avere un bambino.

Una domanda di: Oriana
Io e il mio compagno stiamo provando ad avere un figlio. Il mio ultimo ciclo è stato il 19 maggio e il 15 giugno dovrebbero arrivare le mestruazioni. Tramite un app abbiamo avuto rapporti specialmente quando mi riportava i giorni di probabile ovulazione. Da qualche giorno, dopo aver parlato con un’amica, sto prendendo la temperatura basale e ogni giorno sale di un po’, in più ho avuto dolori da ciclo anche se presto. Ovviamente non avendo preso la temperatura il primo giorno di ciclo non so bene come interpretare il tutto. Vorrei capire qualora dovesse invece arrivare il ciclo, come funziona la lettura della TB e come capire se sono in ovulazione o no. Il mio ciclo è sempre 28 su 28. Grazie.

Cara signora, ipotizzo che l’amica che le ha suggerito di rilevare la temperatura basale sia una ginecologa e se così fosse ritengo che sia piuttosto anziana visto che fatica a prendere le distanze da metodi ormai obsoleti in quanto laboriosi e poco precisi. Se è vero infatti che la temperatura basale aumenta di circa mezzo grado, rispetto ai giorni precedenti, nel periodo ovulatorio è certo che affidarsi alla misurazione per concepire è il modo migliore per accumulare stress e per rendere l’atto d’amore che porta a concepire un bambino un gesto meccanico e medicalizzato. Il che è svantaggioso ai fini del risultato, perché l’ansia di concepire è una grande nemica della fertilità. Comunque sia, la temperatura basale si mantiene alta come nel periodo dell’ovulazione se il concepimento avviene, altrimenti poco prima dell’arrivo delle mestruazioni diminuisce bruscamente. Ogni donna può comunque imparare a riconoscere il suo periodo fertile grazie alla presenza del muco fertile, una secrezione filante di aspetto e consistenza simile alla chiara d’uovo che viene prodotta proprio per agevolare il compito degli spermatozoi. Il mio consiglio rispetto al concepimento è di lasciare perdere app e termometri in favore di un’intimità di coppia spontanea, libera e lieve. Tenga presente che una coppia giovane e sana (che non ha cioè problemi di infertilità) ha buone probabilità di concepire nell’arco di alcuni mesi semplicemente con tre rapporti sessuali non protetti alla settimana. Importantissimo invece è che lei inizi fin dal subito (se già non lo sta facendo) ad assumere acido folico per la prevenzione della spina bifida del bambino: la dose è di una compressa da 400 microgrammi al giorno, per tutto il periodo della ricerca della gravidanza fino almeno al termine del primo trimestre. Non mi ha detto nulla del suo peso, ma le ricordo che pesare troppo o troppo poco rispetto al numero di chili ideale ostacola l’ovulazione. Con cordialità.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dolori mestruali spariti da quando è iniziata la ricerca di una gravidanza

29/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una spiegazione strettamente scientifica alla scomparsa della dismenorrea nel momento in cui si hanno rapporti sessuali non protetti non esiste, tuttavia il fatto stesso che a volte accada rende l'eventualità possibile.   »

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che un bimbo subito dopo essere stato vaccinato contro la rosolia possa trasmetterla. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti