Appendice inutile? No, è una riserva preziosa di batteri buoni

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 23/02/2017 Aggiornato il 23/02/2017

Si può vivere senza appendice, come capita a molte persone cui è stata asportata, ma ora si sta riscoprendo l’importanza di questo organo. Servono più precauzioni nel toglierla

Appendice inutile? No, è una riserva preziosa di batteri buoni

L’appendice non è un organo inutile né un avanzo, senza più funzione alcuna, dell’evoluzione dell’uomo. Una nuova ricerca fa luce sul vero ruolo dell’appendice: il suo compito sarebbe quello di aiutare il nostro sistema immunitario e la flora batterica.

Un organo presente in molte specie

Sono i risultati di uno studio della Midwestern University in Arizona, pubblicato sulla rivista dell’Accademia delle Scienze francese Comptes Rendus Palevol. Heather Smith, professoressa di anatomia alla Midwestern University, ha analizzato le informazioni disponibili sui mammiferi, trovandone più di 553 specie che vivono nei vari continenti con diete molto diverse tra loro, tutte dotate di appendice. Studiando anche l’evoluzione di queste specie, ha notato che, una volta che l’appendice fa la sua comparsa, non scompare mai completamente nel corso del tempo.

Crescita di batteri buoni

Secondo gli autori della ricerca, gli animali che hanno quest’organo hanno una più alta concentrazione di tessuto linfoide nel cieco, la porzione di intestino da cui si sviluppa l’appendice. Questo tessuto stimola la crescita di batteri buoni ed è pieno di cellule che suscitano una reazione immunitaria quando il corpo è sotto stress. Ciò avvalora l’ipotesi che l’appendice sia una specie di riserva di batteri buoni sufficienti a rimpiazzare quelli che eventualmente vengono persi dal nostro organismo a causa di infezioni intestinali, terapie antibiotiche, cicli pesanti di chemioterapia.

Più infezioni se manca

Si può vivere benissimo anche senza quindi, ma con la sua asportazione aumenta il rischio di infezioni; altri studi hanno dimostrato che le persone senza appendice sono più predisposte ad ammalarsi o impiegano più tempo per riprendersi. Per questo oggi, in caso di infezione all’appendice, si dovrebbe aspettare prima di toglierla subito chirurgicamente. 

 

 

 

 
 
 

CURIOSITà 

PERCHE’ È PIU’ FREQUENTE NELL’INFANZIA

L’appendicite, processo infiammatorio a carico dell’appendice in genere causata da un’ostruzione interna, rappresenta la più frequente causa di intervento addominale urgente, particolarmente nell’infanzia e adolescenza

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sei mesi che si addormenta solo se cullata

18/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Intorno ai quattro mesi di vita, tutti i bambini dovrebbero imparare ad addormentarsi da solo: se questo non accade si può ricorrere a un metodo che nella maggior parte dei casi dà buoni risultati.   »

Bimba che sorride a tutti ma non alla mamma

18/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Per ottenere risate e gridolini allegri dal proprio bambino, può essere sufficiente relazionarsi con lui in modo sereno e gioioso.   »

Vaccino anti-Coronavirus: è davvero una fake-news che causi infertilità?

13/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Luca Cegolon, MD, MSc, DTM&H, PhD

Nel Web circolano bufale a volte così ben confenzionate da diventare credibili anche per persone competenti. Documentarsi sempre in modo meticoloso, prima di dare credito a ipotesi che mettono in discussione le scelte delle autorità sanitarie è quanto di meglio si possa fare per non cadere nelle tante...  »

Fai la tua domanda agli specialisti