Bambini sul seggiolino auto senza i giubbotti imbottiti

Roberta Raviolo A cura di Roberta Raviolo Pubblicato il 08/03/2021 Aggiornato il 08/03/2021

Quando si sistemano i bambini sul seggiolino auto, è bene evitare che indossino giubbotti imbottiti, in quanto possono limitare la sicurezza del dispositivo

Bambini sul seggiolino auto senza i giubbotti imbottiti

Quando l’auto è fredda è automatico per molti genitori assicurare i bambini sul seggiolino auto mentre indossano ancora un giubbotto imbottito. Così facendo però si commette un errore. In caso di incidente o anche solo di frenata brusca, le cinture di sicurezza possono non funzionare bene, perché l’imbottitura del giubbotto ne limita l’aderenza al torace del piccolo.

Sul seggiolino senza giubbotto

È tutt’altro che una banalità, visto che il suggerimento arriva dagli esperti della American Academy of Pediatrics. Secondo i pediatri Usa, assicurare i bambini sul seggiolino auto mentre indossano un cappotto pesante, una giacca a vento o un piumino fa sì che le cinture di sicurezza aderiscano soprattutto al tessuto. Se, però, si verifica un incidente, una sterzata brusca, una frenata improvvisa, l’imbottitura soffice si appiattisce per il contraccolpo, lasciando uscire l’aria che crea volume. Si crea pertanto spazio extra sotto l’imbracatura stessa, il bambino può scivolare attraverso le cinghie ed essere sbalzato in avanti dal sedile. È quindi opportuno togliere gli indumenti spessi e imbottiti ai bambini, quando vengono sistemati sul seggiolino auto e inoltre è bene assicurarli correttamente allacciando le cinture sempre, anche se il tragitto è breve.

Impedire la dispersione di calore

Quando i genitori sistemano i bambini sul seggiolino auto, lasciano indosso gli indumenti pesanti per evitare che prendano freddo, ma è possibile evitare questo rischio e, al tempo stesso, garantire la sicurezza necessaria in auto. L’ideale sarebbe far sedere il bimbo su un sedile a temperatura ambiente. I pediatri americani suggeriscono, se possibile, di tenere il seggiolino in casa e di sistemarlo in auto prima di posizionarvi il bambino. Se non si ha tempo o possibilità di fare questo, è importante ricorrere a qualche trucco per evitare che il bambino disperda calore dalle estremità e soprattutto dal capo. Al di sopra delle cinture di sicurezza ben allacciate si può sistemare una copertina o il giubbotto stesso, per rimuoverli poi quando l’auto raggiunge una adeguata temperatura. Il viso non va coperto con sciarpe o altre perché il bambino deve poter respirare bene.

 

 

 
 
 

Da sapere!

Il bambino in auto deve essere tenuto al caldo, ma non essere eccessivamente coperto soprattutto se nell’abitacolo è attivo il riscaldamento. Un ambiente chiuso e surriscaldato può causare nausea, mal d’auto e predisporre a disidratazione.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tic in una bimba di tre anni e mezzo

17/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dott. Leonardo Zoccante

In presenza di tic che compaiono all'improvviso è buona regola prima di tutto effettuare alcuni specifici esami del sangue e un tampone faringeo per la ricerca dello streptococco.  »

Bimba di 18 mesi che non vuole più il latte

16/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

A svezzamento completato, il latte non è più indispensabile: come ottima alternativa c'è lo yogurt.   »

Una gravidanza dopo aver smesso l'”anello”: quanto ci vuole?

13/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisabetta Canitano

La possibilità di rimanere incinta dopo aver smesso la contraccezione ormonale varia da donna a donna: generalizzare non si può.  »

Fai la tua domanda agli specialisti