Bruxismo: spia di bullismo?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 06/09/2017 Aggiornato il 06/09/2017

Molti genitori si chiedono come si possa capire in tempo se il proprio figlio sia vittima di bullismo. È emerso che chi è ha subito intimidazioni corre un rischio quasi quadruplicato di soffrire di bruxismo

Bruxismo: spia di bullismo?

Stringere i denti è un modo con cui il corpo scarica le tensioni accumulate. Ma attenzione, il bruxismo, ovvero il digrignamento involontario dei muscoli masticatori, nei bambini e negli adolescenti può rappresentare un campanello d’allarme da non ignorare: potrebbe, infatti, nascondere episodi subiti di bullismo.

La ricerca sul fenomeno

È quanto emerso da uno studio dell’Oral health foundation, pubblicato sul Journal of oral rehabilitation. La ricerca ha esaminato più di trecento adolescenti in Brasile, di cui il 65% aveva subito episodi di bullismo a scuola e soffriva di bruxismo nel sonno a fronte del 17% di chi non aveva subito intimidazioni. Una percentuale circa quattro volte maggiore.

Quindici milioni in Italia

Secondo l’Accademia italiana di odontoiatria protesica (Aiop) il bruxismo colpisce oltre 15 milioni di italiani.Spesso è sintomo di una situazione che genera stress e ansia e si unisce, in genere, a disturbi del sonno e mal di testa al risveglio. Non è una funzione propria della bocca come deglutire, masticare o parlare ma si tratta di un atteggiamento involontario. Questo fenomeno, spesso sottostimato, è in realtà molto diffuso. Chi soffre di bruxismo, in genere, è una persona controllata che non riesce a esprimersi liberamente. Digrignare i denti aiuterebbe, dunque, a scaricarsi dalle tensioni della giornata. Nei casi più gravi, il fenomeno può nascondere episodi di bullismo. Il bruxismo può danneggiare i denti.

 

 
 
 

Lo sapevi che?

Chi soffre di bruxismo talvolta emette anche rumori. In ogni caso il disturbo compromette la qualità del sonno e al risveglio i ragazzi sono già stanchi.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccini tetravalente ed esavalente e possibili effetti indesiderati

06/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Qualsiasi vaccino dà luogo a effetti indesiderati che comunque sono molto meno gravi di quanto potrebbero essere le conseguenze della malattia contro cui vengono effettuati.  »

Bimbo che vuole mangiare solo pochi alimenti

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Occorre stare molto attenti a non trasformare l'ora dei pasti in un momento in cui il bambino tiene in pugno tutta la famiglia e il modo migliore per evitarlo, favorendo un rapporto sereno con il cibo, è mostrare indifferenza se rifiuta una cibo e zero esultanza se, invece, lo mangia.   »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti