Cameretta Montessori: idee, consigli e mobili giusti

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 23/01/2024 Aggiornato il 23/01/2024

La cameretta in stile Montessori accompagna il bambino nella sua crescita e lo rende autonomo sin da piccolo. Scopriamo come arredare una cameretta Montessori completa, quali sono le regole da seguire e quali i mobili su cui puntare.

Cameretta Montessori: idee, consigli e mobili giusti

Quando si parla di cameretta Montessori si fa riferimento alla pedagogista ed educatrice Maria Montessori e al suo metodo. Quest’ultimo attribuisce alla cameretta un ruolo importantissimo nel percorso evolutivo e di crescita dei bambini.

La cameretta in stile Montessori è un ambiente a misura di bambino, pensato per promuovere l’indipendenza e la crescita personale dei più piccoli. Ciò avviene mediante la scelta di mobili e complementi d’arredo in grado di fornire loro gli strumenti per muoversi e vivere la cameretta in piena autonomia e in totale sicurezza.

Di seguito, i consigli di cui fare tesoro per arredare una cameretta montessoriana completa e funzionale.

Le regole da seguire per una cameretta Montessori

L’arredamento stile Montessori è minimalista ed essenziale, caratterizzato da linee semplici, colori prevalentemente neutri o comunque tenui e materiali naturali, primo su tutti il legno. Queste caratteristiche fanno sì che la cameretta risulti accogliente, infondendo sensazioni positive di calma e pace e favorendo, inoltre, la concentrazione del bambino.

Ci sono alcune regole da tenere presenti per arredare al meglio una cameretta montessoriana. Per prima cosa, i mobili e i vari complementi d’arredo devono essere a misura e altezza di bambino. In questo modo, i piccoli non avranno bisogno degli adulti ma saranno autonomi sin dai primi anni di vita.

Nella cameretta Montessori, inoltre, ogni singolo elemento assolve una funzione ben precisa e ha un proprio posto, così da incoraggiare il bambino a mantenere la stanza in ordine quando sarà più grande. Organizzando in modo ordinato la cameretta, i bambini riusciranno a memorizzare facilmente la disposizione dei vari oggetti e a ritrovarli senza problemi. Per questa ragione, è preferibile non spostare continuamente mobili e complementi d’arredo, ma mantenere la stessa organizzazione degli spazi almeno per il primo anno di vita.

La cameretta in stile Montessori non è mai caotica né strabocca di oggetti e giocattoli: questi devono essere pochi e vanno alternati con cadenza settimanale o bisettimanale per fornire al bambino stimoli differenti e sempre nuovi.

La sicurezza è fondamentale. I bambini devono essere liberi di muoversi in modo indipendente e i genitori, per stare tranquilli, devono accertarsi che i mobili siano fissati correttamente e soprattutto che le prese siano tutte coperte, così come eventuali cavi elettrici.

Come arredare la camera Montessori 

Prima di scoprire insieme quali mobili e complementi d’arredo non possono mancare in una cameretta Montessori, è bene sottolineare che secondo il metodo la cameretta dovrebbe includere quattro spazi ben precisi e distinti, indipendenti l’uno dall’altro.

Ecco quali sono:

  • spazio per dormire
  • spazio per cambiarsi
  • spazio per nutrirsi
  • spazio per attività

Molto dipende ovviamente da come è strutturata la stanza, dalla sua metratura e, più in generale, dalla composizione della casa. Chi non dispone di una cameretta sufficientemente grande da accogliere tutte e quattro le aree, può scegliere di collocarle in altri ambienti domestici: per esempio, il soggiorno può ospitare il bambino durante la pappa e il bagno durante il momento del cambio vestiti.

I vari spazi vanno organizzati e arredati in modo diverso a seconda dei bisogni del bambino, che cambiano nelle fasi della crescita e dello sviluppo.

Arredamento in stile Montessori

La cameretta accoglie i bambini di notte ma è il loro porto sicuro anche durante il giorno, quando devono giocare o rilassarsi. Sono tante le proposte tra cui potersi destreggiare quando ci si approccia all’arredamento di una cameretta in stile Montessori, sia negli shop fisici che online. Dalla cameretta Montessori IKEA ai suggerimenti di Maisons du Monde, fino ai tantissimi mobili disponibili su Amazon, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Ma cosa acquistare? Per non fare confusione, procediamo con ordine.

La zona sonno deve essere comoda e confortevole, e tutto parte dalla scelta del letto. Il letto Montessori è generalmente basso (circa 20-25 cm da terra) così che il bambino possa salire e scendere senza alcun pericolo, non prevede sbarre né protezioni. Gli esperti suggeriscono di acquistare il primo lettino già a partire dai 16-18 mesi.

cameretta-montessori-letto-kura-ikea

IKEA, KURA Letto reversibile. Prezzo: 229,00€ su ikea.com

cameretta-montessori-letto-mqgpm

MQGPM, Letto per bambini. Prezzo: 184,99 

cameretta-montessori-maisons-du-monde-letto-bingp

Maisons du Monde, Lettino Montessori BINGO. Prezzo: 175,92€ su maisonsdumonde.com

La struttura esterna del letto, in realtà, non è necessaria. Si può optare per l’acquisto di un materassino da poggiare direttamente sul pavimento. In questo caso, lo spessore dovrà essere di circa 15 cm. Il metodo Montessori sconsiglia la presenza di giostrine e giocattoli nella zona destinata al riposo perché potrebbero distrarre il bambino.

Se la cameretta è abbastanza grande può ospitare anche la zona per nutrirsi, utile in particolar modo nei primi mesi di vita del neonato. Una poltrona comoda renderà l’allattamento notturno più pratico per la mamma e trasformerà questo momento in un rituale speciale da condividere con il bambino.

cameretta-montessori-poltrona-homasis

Homasis, Sedia a dondolo per allattamento. Prezzo: 169,99 

A partire dai 6-8 mesi, la zona pappa può essere trasferita tranquillamente in cucina o in sala da pranzo. Se, invece, si desidera comunque adibire un’area della cameretta alla pappa, è preferibile inserire tavolino e sedie da poter utilizzare anche nei momenti ricreativi e di gioco.

cameretta-montessori-janod

Janod, Tavolo e 2 sedie. Prezzo: 95,90 

cameretta-montessori-set-ikea-tavolo-sedie-latt

IKEA, LÄTT Tavolo per bambini con 2 sedie. Prezzo: 29,95€ su ikea.com

Passiamo alla zona cambio. Non occorre necessariamente un fasciatoio, anche se questo tipo di mobile risulta senz’altro il più pratico e completo. In alternativa, basta avvalersi di un materassino per il cambio e avere a disposizione ceste o scatole per riporre tutto l’occorrente: dai pannolini puliti ai prodotti per l’igiene personale del bimbo.

cameretta-montessori-wolty

WOLTU, Cassettiera con fasciatoio. Prezzo: 155,99

cameretta-montessori-ceba-baby

Ceba Baby, Materassino fasciatoio. Prezzo: 36,90 

Al compimento del primo anno di età, quando il bambino è ormai in grado di reggersi sulle sue gambe, è importante che il cambio avvenga in piedi per coinvolgerlo maggiormente nelle fasi della vestizione. Gli indumenti vanno custoditi in un piccolo armadio, ovviamente ad altezza di bambino.

cameretta-montessori-vitalispa

VitaliSpa, Guardaroba per bambini Malia. Prezzo: 169,90 

La cameretta è anche un luogo di gioco, di divertimento e di formazione, con attività ricreative volte a stimolare i sensi del bambino e ad accompagnarlo nella sua evoluzione. Non occorrono molte cose per allestire la zona attività, ma è importante soffermarsi sulla scelta dei complementi d’arredo e dei mobili giusti.

cameretta-montessori-superbe-bebe

Superbe Bebe, Tappeto per bambini e neonati. Prezzo: 54,90

cameretta-montessori-tappeto-maisons-du-monde

Maisons du Monde, OULANKA Tappeto Montessori. Prezzo: 39,99€ su maisonsdumonde.com

Quando i bimbi sono piccoli, è bene posizionare sul pavimento un materassino per giocare o un tappeto sensoriale dove possano muoversi in libertà.

cameretta-montessori-bainba

Bainba, Specchio Montessori. Prezzo: 204,75 

Per aiutare il vostro bambino ad avere una visione globale della stanza, disponete uno specchio con forma allungata in senso orizzontale proprio nelle vicinanze del materassino o del tappeto.

cameretta-montessori-giostrine-visuali

Jacob’s Toyshop, Set 5 Giostrine Montessori. Prezzo: 139,00 

Nei primi mesi di vita (0-8 mesi) tornano utili le giostrine visuali. Si tratta di strutture molto semplici da cui pendono oggetti di diversi colori e di varie forme, posizionati troppo in alto per essere afferrati quindi solo da osservare. Incoraggiano la concentrazione del neonato e allenano la loro mente.

cameretta-montessori-tavola

InLoveArts, Busy Board Tavola Montessori. Prezzo: 49,90 

Le giostrine visuali, con il passare del tempo, lasciano spazio a stimoli di altro genere e a giocattoli più strutturati. I giochi in legno Montessori accompagnano i bambini nelle varie fasi della crescita e possono essere utilizzati dai primi mesi fino ai 3-6 anni di età. Tra i più apprezzati e versatili si distingue la tavola montessoriana, da costruire fai da te o da comprare già pronta.

cameretta-montessori-portagiochi-bieco

BIECO, Baule portagiochi bambini. Prezzo: 23,99 

Ci si può aiutare con ceste o box per disporre i giochi in modo ordinato. L’importante è che siano collocate sul pavimento o su un ripiano basso.

cameretta-montessori-mamoi

MAMOI, Libreria verticale per bambini. Prezzo: 59,99 

cameretta-montessori-funlio

FUNLIO, Libreria Montessori. Prezzo: 71,99 

La perfetta cameretta in stile Montessori generalmente include anche una libreria frontale dove sistemare i primi libri illustrati. La libreria montessoriana è progettata per consentire ai bambini di scegliere in autonomia i libri e di rimetterli al loro posto.

Cameretta Montessori neonato, 1 anno o 2 anni: idee di crescita

Come già sottolineato, la cameretta Montessori non risponde a regole rigide ma evolve con il bambino accompagnandolo nelle varie fasi della sua crescita. Ne deriva che, nel corso dei mesi e degli anni, i genitori debbano apportare delle modifiche così da rendere l’ambiente quanto più possibile funzionale in relazione a eventuali nuove esigenze dei piccoli di casa.

cameretta-montessori-cesta

Ahoj Baby, Culla bebè con supporto in legno. Prezzo: 149,00

Acquistare il letto, per esempio, non è necessario nei primissimi mesi di vita, quando il bambino dorme in camera con i genitori. Tuttavia, è preferibile adibire comunque uno spazio della cameretta montessoriana per i sonnellini pomeridiani. Una buona idea è utilizzare la cesta montessoriana, posata su un cavalletto o su un carrellino con le ruote così da poterla spostare in giro per la casa. Il neonato potrà familiarizzare con la cameretta che di lì a poco lo accoglierà.

cameretta-montessori-woodandhearts

Woodandhearts, Armadio a giorno in legno per bambini. Prezzo: 123,00 

Il fasciatoio o il materassino per il cambio vanno sostituiti con un armadio e uno specchio a figura intera quando il bambino arriva a 1 anno o a 2 anni. In questo modo imparerà il prima possibile a scegliere autonomamente cosa indossare, a vestirsi e a spogliarsi da solo oltre che a prendere confidenza con la propria figura. Si consiglia di proporre una scelta di vestiti piuttosto limitata o comunque non troppo vasta, perché il bambino potrebbe sentirsi disorientato.

In questa fase anche le attività e i giochi devono cambiare ed evolversi insieme al bambino. In particolar modo, sono adatti tutti i giochi che stimolano equilibrio e coordinazione nel movimento. La torre montessoriana (o scala Montessori) è consigliata dai 18-24 mesi e fino ai 3 anni di età.

 cameretta-montessori-torre-maisons-du-monde

Maisons du Monde, Torretta Montessori. Prezzo: 111,92€ su maisonsdumonde.com

A partire dai 3 anni è possibile affiancare alla torre il triangolo per l’arrampicata, una sorta di scivolo in legno con rampa a 2 lati: uno per arrampicarsi, l’altro per scivolare.

cameretta-montessori-triangolo-arrampicata

CostWay, 3 in 1 Set da arrampicata. Prezzo: 169,99 

Per rendere i bambini più stabili e migliorare la loro postura, non c’è niente di meglio della tavola per l’equilibrio Montessori (o balance board).

cameretta-montessori-balance-board-kiddy-moon

KiddyMoon, Tavola equilibrio in legno Montessori. Prezzo: 51,99 

Questa tavola in legno curva può essere usata perfino come dondolo nei momenti di relax ed è anche un complemento d’arredo esteticamente gradevole per la cameretta Montessori.

 

In copertina foto di Tatiana Syrrikova via Pexels.com

 

*** In questo articolo sono presenti link di affiliazione: se acquisti o ordini un prodotto tramite questi link, riceveremo una commissione. Offerte e prezzi dei prodotti potrebbero subire variazione in base alla disponibilità, anche dopo la pubblicazione degli articoli***

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti