Il pagliaccio Teodoro

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 12/09/2012 Aggiornato il 02/02/2015

Il pagliaccio Teodoro, canzoncina dall'autore ignoto, ci è stata inviata da Eva. È un modo facile e divertente per insegnare ai bambini più piccoli le prime rime. Ascolta il brano guardando il nostro video

Il pagliaccio Teodoro

Il pagliaccio Teodoro, canzoncina dall’autore ignoto, ci è stata inviata da Eva. È un modo facile e divertente per insegnare ai bambini più piccoli le prime rime. Ascolta il brano guardando il nostro video

 

Il pagliaccio Teodoro

sopra il naso ha un pomodoro

ed inoltre reca traccia

di farina sulla faccia.

Perepepè ciuff ciuff

perepepè ciuff ciuff.

 

A difesa del cervello

tiene in testa un gran cappello

a difesa del cervello

tiene in testa un gran cappello.

Perepepè ciuff ciuff

perepepè ciuff ciuff.

 

La cravatta rovinata

la camicia sbrindellata

larghi sono i suoi calzoni

lunghi sono i suoi scarponi.

Perepepè ciuff ciuff

perepepè ciuff ciuff.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Epatiti dei bambini: c’entra il vaccino contro il CoVid-19?

28/04/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Non ci sono elementi che suggeriscano una relazione tra il vaccino contro il coronavirus Sars-CoV-2 e l'epatite acuta dell'età pediatrica.  »

Preoccupata per l’assenza di sintomi “di gravidanza”

19/04/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è così automatico che la gravidanza, una volta iniziata, determini la comparsa di sintomi specifici, quindi l'assenza dei disturbi "tradizionali" (nausea, tensione al seno e così via) non deve essere interpretata come un segnale per forza negativo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti