Nel bosco c’è un ometto

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/02/2013 Aggiornato il 02/02/2015

Nel bosco c'è un ometto è una canzoncina che ha origine in Germania. Il testo è tratto dall'opera lirica di fine Ottocento Hansel e Gretel del compositore Humperdinck. Questa è la versione inviataci da nonna Claudia. Ascolta il brano guardando il video

Nel bosco c'è un ometto

Nel bosco c’è un ometto è una canzoncina che ha origine in Germania. Il testo è tratto dall’opera lirica di fine Ottocento Hansel e Gretel di Humperdinck. Questa è la versione inviataci da nonna Claudia.

Ascolta il brano guardando il video

 

Nel bosco c’è un ometto gentile e bel,

di porpora ha il farsetto ed il mantel.

 

Chi sarà quel bell’ometto

che nel bosco sta soletto

con il suo grazioso mantelletto?

 

Sta ritto quell’ometto su di un sol piè

in testa ha un cappelletto color caffè.

 

Chi sarà quel bell’ometto

che nel bosco sta soletto

con il suo grazioso cappelletto?

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Tampone positivo allo streptococco durante la gravidanza

23/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono delle indicazioni da seguire quando si risulta positive allo streptococco in prossimità del parto, prima tra tutte recarsi con urgenza in Pronto soccorso fin dalla prima comparsa delle contrazioni.   »

Tosse dei bambini: l’antibiotico serve o no?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La tosse secca, anche se più disturbante, non deve preoccupare e non richiede inevitabilmente l'antibiotico, che invece va somministrato quando la tosse è “grassa”, con tanto catarro, e si protrae per oltre quattro settimane senza alcun accenno di miglioramento.  »

Fai la tua domanda agli specialisti