Carie nei bimbi: il fluoro nell’acqua potabile riduce il rischio

Silvia Finazzi A cura di Silvia Finazzi Pubblicato il 21/08/2018 Aggiornato il 21/08/2018

Bere acqua ricca di fluoro sembra prevenire la carie nei bimbi, specie fra i 2 e gli 8 anni. Ecco perché

Carie nei bimbi: il fluoro nell’acqua potabile riduce il rischio

Fluoro o non fluoro? È uno dei dilemmi che assillano i genitori. Un tempo, infatti, si era soliti suggerire gli integratori o i dentifrici a base di fluoro fin dai primi mesi di vita del bebè. Secondo le ultime evidenze, invece, l’integrazione non sarebbe necessaria, tanto che molti pediatri non la consigliano più. Secondo quanto stabilito da un nuovo studio condotto da un gruppo di ricercatori statunitensi, dell’Università del North Carolina, pubblicato sul Journal of Dental Research, infatti, sarebbe sufficiente bere acqua fluorata per prevenire la carie nei bimbi. 

Acqua fluorata

Lo studio che ha dimostrato l’utilità dell’acqua ricca di fluoro è stato realizzato in diverse contee degli Stati Uniti. Gli autori hanno esaminato innanzitutto la salute dentale dei bambini e la predisposizione allo sviluppo della carie. Inoltre, hanno analizzato la quantità di fluoro presente nell’acqua per verificare se tra questi due fattori ci fosse una qualche correlazione. 

Protegge la salute orale 

I dati raccolti hanno dimostrato che nelle contee in cui oltre il 75% dei cittadini aveva accesso ad acqua fluorata i casi di carie nei bimbi erano ridotti del 30% (dentizione primaria) e del 12% (dentizione permanente). Insomma, questa ricerca confermerebbe la tesi secondo cui è sufficiente “attingere” al fluoro presente nell’ambiente per soddisfare il fabbisogno giornaliero di questo elemento e proteggere così la salute orale. 

Benefici soprattutto fra i 2 e gli 8 anni 

Gli studiosi hanno concluso che questi risultati confermano le conclusioni cui sono giunti tutti i principali studi degli ultimi decenni, secondo cui la fluorizzazione dell’acqua nelle comunità rappresenta un importante alleato della salute dei denti, a tutte le età, e in particolare nei bambini tra i due e gli otto anni. “Questo studio conferma i risultati precedentemente riportati e fornisce ulteriori prove a supporto della fluorizzazione dell’acqua come un intervento di sanità pubblica di base per promuovere la salute orale” ha affermato Maria Ryan, presidente dell’Associazione americana per la ricerca dentale.

 

 

 
 
 

Da sapere!

Al di là dell’utilità del fluoro, per proteggere i denti dei bambini e diminuire il rischio di carie è essenziale insegnare loro a lavarli correttamente fin da piccoli.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

A letto da un mese per un distacco amniocoriale (eppure non serve, anzi)

01/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il riposo assoluto a letto in caso di "distacco" non solo è inutile per assicurare una buona evoluzione della gravidanza, ma può addirittura rivelarsi controproducente in quanto può aprire la strada al rischio di trombosi a livello degli arti inferiori.   »

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che un bimbo subito dopo essere stato vaccinato contro la rosolia possa trasmetterla. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti