Carie nei bimbi: il fluoro nell’acqua potabile riduce il rischio

Silvia Finazzi A cura di Silvia Finazzi Pubblicato il 21/08/2018 Aggiornato il 21/08/2018

Bere acqua ricca di fluoro sembra prevenire la carie nei bimbi, specie fra i 2 e gli 8 anni. Ecco perché

Carie nei bimbi: il fluoro nell’acqua potabile riduce il rischio

Fluoro o non fluoro? È uno dei dilemmi che assillano i genitori. Un tempo, infatti, si era soliti suggerire gli integratori o i dentifrici a base di fluoro fin dai primi mesi di vita del bebè. Secondo le ultime evidenze, invece, l’integrazione non sarebbe necessaria, tanto che molti pediatri non la consigliano più. Secondo quanto stabilito da un nuovo studio condotto da un gruppo di ricercatori statunitensi, dell’Università del North Carolina, pubblicato sul Journal of Dental Research, infatti, sarebbe sufficiente bere acqua fluorata per prevenire la carie nei bimbi.

Acqua fluorata

Lo studio che ha dimostrato l’utilità dell’acqua ricca di fluoro è stato realizzato in diverse contee degli Stati Uniti. Gli autori hanno esaminato innanzitutto la salute dentale dei bambini e la predisposizione allo sviluppo della carie. Inoltre, hanno analizzato la quantità di fluoro presente nell’acqua per verificare se tra questi due fattori ci fosse una qualche correlazione.

Protegge la salute orale

I dati raccolti hanno dimostrato che nelle contee in cui oltre il 75% dei cittadini aveva accesso ad acqua fluorata i casi di carie nei bimbi erano ridotti del 30% (dentizione primaria) e del 12% (dentizione permanente). Insomma, questa ricerca confermerebbe la tesi secondo cui è sufficiente “attingere” al fluoro presente nell’ambiente per soddisfare il fabbisogno giornaliero di questo elemento e proteggere così la salute orale.

Benefici soprattutto fra i 2 e gli 8 anni

Gli studiosi hanno concluso che questi risultati confermano le conclusioni cui sono giunti tutti i principali studi degli ultimi decenni, secondo cui la fluorizzazione dell’acqua nelle comunità rappresenta un importante alleato della salute dei denti, a tutte le età, e in particolare nei bambini tra i due e gli otto anni. “Questo studio conferma i risultati precedentemente riportati e fornisce ulteriori prove a supporto della fluorizzazione dell’acqua come un intervento di sanità pubblica di base per promuovere la salute orale” ha affermato Maria Ryan, presidente dell’Associazione americana per la ricerca dentale.

 

 

Da sapere!

Al di là dell’utilità del fluoro, per proteggere i denti dei bambini e diminuire il rischio di carie è essenziale insegnare loro a lavarli correttamente fin da piccoli.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Nonna che svaluta i genitori: che fare?

18/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non si possono tollerare gli atteggiamenti prevaricatori dei nonni (né di altri parenti che si occupano dei bambini): in caso contrario si espongono i figli a vari rischi.   »

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti