Viaggi interdentali: come insegnare ai bambini a lavarsi i denti?

Silvia Finazzi A cura di Silvia Finazzi Pubblicato il 28/10/2022 Aggiornato il 28/10/2022

I bambini devono imparare a lavarsi i denti e curare l’igiene orale fin da piccoli per mantenere una bocca sana da adulti. Ecco come aiutarli

è importante lavare i denti

Spesso i genitori sottovalutano l’importanza di curare i denti dei propri bambini fin dai primi mesi di vita: invece, è una manovra fondamentale per avere un cavo orale in salute negli anni. Ecco perché, quando i bambini sono in grado di capire, bisogna insegnare loro a occuparsi della propria bocca. Purtroppo non è sempre facile convincerli a lavare bene i denti e a mangiare sano. In aiuto di mamma e papà arriva Viaggi Interdentali, un nuovo progetto multimediale per la promozione di una corretta igiene orale rivolto ai bambini dai 4 ai 10 anni.

Cosa succede se i bambini non si lavano i denti?

L’igiene della bocca va curata fin da quando il bambino è piccolissimo, passando una garza di cotone sulle sue gengive. Quando spuntano i dentini si deve passare all’uso dello spazzolino e del dentifricio: all’inizio saranno mamma e papà a occuparsi dell’operazione, ma quando il piccolo è sufficientemente grande e capace diventerà un suo compito. È fondamentale curare con attenzione la salute orale, perché altrimenti possono comparire problemi come carie  e infezioni.

Come insegnare a un bimbo a lavarsi i denti?

Ai genitori spetta il compito di spiegare ai figli che i denti vanno lavati bene e a lungo, con movimenti dall’alto verso il basso. Bisogna anche spiegare loro che devono evitare di mangiare troppi zuccheri, perché sono amici della carie. Per aiutare i bambini a famigliarizzare con certi concetti e a comprendere l’importanza dell’igiene orale, la dottoressa Silvia Rapa Cocconi, una giovane mamma odontoiatra specialista in ortodonzia, ha deciso di ideare un progetto educativo ad hoc, Viaggi interdentali. Per la fascia di età 4-7 anni, la specialista ha sviluppato il libro intitolato “Accidenti”: un albo illustrato che ha per protagonista il piccolo Giovanni, alle prese con il primo dentino che cade e con i batteri nemici della bocca. Il testo è pensato per avere due destinatari: i bambini e i genitori, ai quali si forniscono informazioni e approfondimenti tramite apposite finestre di testo. Inoltre, sul sito viaggiinterdentali.it sono disponibili contenuti multimediali, come la canzone dello spazzolino e il certificato di “supereroe dei denti”.

Per i bambini più grandicelli, dai 7 ai 10 anni, sono stati studiati contenuti coinvolgenti e stimolanti, come letture, fumetti, quiz e schede sempre scaricabili gratuitamente dal sito. Questa sezione, che si intitola “Viaggia con me”, può essere per utilizzata anche in classe dai docenti.

 

 
 
 

In sintesi

Cosa fare se il bambino non vuole lavarsi i denti?

Quando i bambini sono piccoli, quello della pulizia dei denti deve essere un momento piacevole e divertente. Per esempio, si può cantare loro una canzoncina. Sì anche a lavare i denti insieme a loro, dando il buon esempio.

 

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Salpingografia: a cosa serve?

10/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La salpingografia è l'esame che indaga sulle tube alllo scopo di verificare se siano aperte o no. Allo stesso tempo, grazie al mezzo di contrasto, durante l'indagine eventuali ostruzioni possono essere rimosse.   »

Incompleto accollamento delle decidue: cosa vuol dire?

05/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La decidua è l'endometrio durante la gravidanza, in cui l'embrione si annida. Al di sotto c'è chorion, che è il "guscio" che delimita la camera gestazionale entro cui c'è la membrana amniotica o amnios, che è come un sacchetto che racchiude feto e liquido amniotico. Viene definito "mancato accollamento"...  »

Bimbo di 19 mesi che cambia spesso umore

04/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Paola Rolando

Non è raro che verso i due anni il bambino inizi ad avere momenti di nervosismo, manifesti rabbia o ribellione, sia capriccioso: accogliere le sue emozioni negative, facendolo sentire compreso e protetto è il modo migliore per contenere le crisi e fargli recuperare in fretta serenità e allegria.   »

Si può concepire con un solo ovaio e una sola tuba controlaterale?

23/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se una tuba è efficiente è possibile che durante l'ovulazione, anche se a carico dell'ovaio controlaterale, si muova dalla sua sede abituale e si allunghi per captare l'ovocita.  »

Fai la tua domanda agli specialisti