Creatività dei bimbi: no a troppi giochi

Roberta Camisasca A cura di Roberta Camisasca Pubblicato il 30/01/2018 Aggiornato il 10/08/2018

A furia di dare tutto e dire sempre di sì, i genitori limitano la creatività dei bambini, sopraffatti da giocattoli e stimoli sempre nuovi

Creatività dei bimbi: no a troppi giochi

Per sviluppare la creatività dei bimbi è meglio dare loro pochi giochi: lo suggerisce uno studio dell’università statunitense di Toledo, in Ohio, secondo cui con un numero inferiore di oggetti i bimbi sono più portati a esplorarne tutti i possibili usi. L’esperimento è stato condotto su 36 bambini tra 18 e 30 mesi di età, impegnati in due sessioni di gioco, una con 4 giocattoli a disposizione e l’altra con 16. Con meno giochi a disposizione, hanno dimostrato gli autori, i bambini giocano più a lungo con i singoli oggetti, con una migliore attitudine ad esplorare e a intrattenersi più creativamente.

90 giocattoli a testa

Dallo studio è emerso anche che i bimbi partecipanti avevano in media 90 giocattoli in casa. Decisamente troppi: più giochi ha a disposizione, meno il bambino riesce a concentrarsi su ciò che gli piace e a godere appieno di quello che ha. L’abbondanza disorienta, confonde, ma soprattutto stanca. Sperimentando tutti i giorni una nuova conquista, i bambini non hanno il tempo di scoprire, assaporare, esplorare la novità. Inoltre, se i giocattoli sono tanti, è difficile per il piccolo instaurare un rapporto privilegiato con ciascuno di essi, aspetto fondamentale affinché il gioco svolga un valore educativo, perché insegna al bambino a prendersi cura e a custodire con attenzione ciò a cui tiene.

I consigli degli esperti

Poiché per sviluppare la creatività dei bimbi è meglio dare loro pochi giochi, ecco i consigli degli esperti.

  • Non dire subito “sì”. Spesso le richieste dei bambini sono momentanee, dettate dalla pubblicità o dal passaparola degli amichetti.
  • Evitare l’acquisto continuo di gadget e oggetti futili come matite, miniature o figurine: anche se costano solo pochi euro, incentivano nei piccoli il meccanismo del “chiedi e avrai”.
  • Prolungare l’effetto sorpresa, tenendo alcuni giochi da parte e darglieli solo quando il piccolo si sarà “stancato” delle prime novità. 
  • Tenere i giochi in ordine, evitando di mischiarli o di perderne i pezzi.
  • Fare pulizia almeno due volte all’anno, riordinando insieme i giochi, eliminando quelli rotti e quelli non più adatti alla sua età.
     

 

 
 
 

In breve

LA GENEROSITA’ NON È UN GIOCO

Insegniamogli a donare: il regalo è un doppione? Può darlo alla sorellina o al cuginetto. È bene decidere insieme a chi destinare i giochi vecchi e non più utilizzati.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Cardirene: le donne incinte di 40 anni devono per forza assumerlo?

21/11/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che le ragioni di una prescrizione vanno richieste al medico che l'ha effettuata, è senz'altro possibile che in caso di gravidanza in età avanzata, anche senza particolari fattori di rischio, venga indicato l'uso dell'aspirinetta (il Cardirene) per giocare d'anticipo sull'eventuale comparsa di...  »

Lavoro tanto di giorno: di notte è bene che le mie bimbe dormano con me?

15/11/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Se un bimbo si è già abituato a dormire nella sua cameretta, non è opportuno privarlo di questa importante conquista per averlo accanto nel lettone. Meglio puntare sulla qualità del tempo, anche se poco, che si trascorre insieme, dedicandosi a lui amorevolmente e gioiosamente ogni volta che si può. Basterà...  »

Sulla trasmissione del gruppo sanguigno

13/11/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Secondo le leggi che regolano la trasmissione dei gruppo ABO, ogni soggetto eredita sia dalla madre sia dal padre un solo fattore a testa, quindi da una madre AB e da un padre 0 non possono nascere figli di gruppo AB, ma solo di gruppo A0 o B0. Nel tesserno verrà però indicata solo la A o solo la B.  »

Grosso dispiacere in gravidanza: il bimbo ne può risentire?

10/11/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Fortuna vuole che il feto sia protetto dalle emozioni negative che può provare la donna in gravidanza e questo vale anche quando il dispiacere è così grande da determinare addirittura qualche manifestazione fisica, come il mal di pancia.   »

Incinta a 35 anni: quali indagini è opportuno fare?

08/11/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

A prescindere dall'età materna al momento del concepimento, è opportuno che tutte le donne nel primo trimestre di gravidanza effettuino il test combinato o perlomeno la misurazione della TN (translucenza nucale), che rappresentano il metodo universale e raccomandato di screening delle anomalie fetali....  »

Fai la tua domanda agli specialisti