Dermatite atopica dei bambini: si può curare alle terme di Comano

Silvia Finazzi A cura di Silvia Finazzi Pubblicato il 12/05/2021 Aggiornato il 12/05/2021

Se il piccolo è colpito da dermatite atopica, per attenuare i sintomi e ridurre le fasi acute, sono utili le cure con le acque delle terme di Comano

Dermatite atopica dei bambini: si può curare alle terme di Comano

La dermatite atopica è una delle malattie più frequenti in età pediatrica. Si tratta di un’infiammazione della pelle che può essere molto fastidiosa. Per curarla, un’ottima soluzione è rappresentata dalle acque termali. Come quelle di Comano, che hanno proprietà specifiche per questa problematica.

È una malattia infiammatoria

La dermatite atopica è una malattia infiammatoria della pelle, che secondo i dati ufficiali riguarda dal 15 al 20% dei bambini. È il risultato dell’interazione fra una predisposizione genetica di base e l’esposizione a fattori scatenanti, per esempio il contatto con sostanze irritanti, l’eccessiva igiene e/o episodi infettivi.

Causa prurito e secchezza

Indipendentemente dalle cause, i sintomi non cambiano. In alcune zone, la pelle diventa secca, arrossata e ispessita. Il bambino può avvertire un prurito molto intenso, che può disturbare anche il sonno, provocando di conseguenza la comparsa di stanchezza, irritabilità e mancanza di concentrazione diurna. In fase acuta, si formano anche piccole vescicole, che possono dar luogo a piccole erosioni.

Il ruolo della balneoterapia

Da qualche tempo, nelle Linee guida, fra i trattamenti adiuvanti per la gestione a lungo termine della malattia è stata inserita anche la balneoterapia, ossia i bagni nell’acqua termale. In particolare, per la dermatite atopica in età pediatrica è molto utile l’acqua termale di Comano. Grazie alla sua composizione e alle proprietà lenitive, emollienti e antinfiammatorie, infatti, è in grado sia di migliorare i sintomi durante la fase acuta, riducendone anche la durata, sia di prolungare le fasi di remissione dalla malattia. Il trattamento balneoterapico con l’acqua termale di Comano promuove un ripristino della barriera cutanea, che è alterato in caso di malattia portando al prurito e alla secchezza cutanea.

Prodotti specifici

In caso di dermatite atopica, è molto importante anche utilizzare emollienti specifici, in grado di attenuare i sintomi e aiutare la cute. L’uso di questi prodotti contribuisce a ridurre l’uso dei farmaci, la frequenza delle riacutizzazioni e la loro serietà. Terme di Comano ha anche una linea di Skincare a base di acqua termale e altri ingredienti che ristabiliscono l’equilibrio della pelle rinnovandola.

 

 

 
 
 

Lo sapevi che?

La balneoterapia per la dermatite atopica può essere effettuata a tutte le età, a partire dagli otto mesi. In alcuni casi, può anche essere associata alla fototerapia (esposizione a luce artificiale, che ha azione antinfiammatoria).

 

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino anti-CoVid-19: non è vero che ostacola la fertilità. Anzi.

21/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Non ci sono dati che autorizzino a sostenere che la vaccinazione contro l'infezione da Sars-CoV-2 interferisca sulla fertilità.   »

Fontanella anteriore chiusa in una bimba di 4 mesi: è preoccupante?

20/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se l'accrescimento della circonferenza cranica è regolare e se lo sviluppo neuropsicologico è adeguato all'età, la chiusura precoce della fontanella non deve destare alcuna preoccupazione.   »

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti