Dispositivi anti abbandono: scatta l’obbligo per i bambini

Elisa Carcano A cura di Elisa Carcano Pubblicato il 26/09/2018 Aggiornato il 26/09/2018

Dal primo luglio 2019 sarà obbligatorio installare dei dispositivi anti abbandono se si trasportano in auto bambini fino ai 4 anni di età. Modifiche al Codice della Strada e sanzioni fino alla sospensione della patente

Dispositivi anti abbandono: scatta l’obbligo per i bambini

Il Senato ha approvato definitivamente, con 261 voti a favore, un’astensione e nessun voto contrario il disegno di legge che rende obbligatori i dispositivi anti abbandono in auto per i bambini fino ai quattro anni. Il testo, già licenziato dalla Camera, non avendo subito modifiche al Senato, è ora legge dello Stato. L’obbligo scatterà dal primo luglio prossimo.

Cosa dice la legge

Dal primo luglio del 2019 le auto che trasportano bambini fino a 4 anni dovranno essere equipaggiate con un dispositivo elettronico che ne segnala la presenza. Il provvedimento si compone di quattro articoli e modifica l’articolo 172 del Codice della strada. In particolare inserisce tra le fattispecie sanzionate per il mancato uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per i bambini, anche l’assenza di un congegno di allarme. La violazione dell’obbligo sarà punita con una sanzione amministrativa da 81 a 326 euro e in caso di recidiva nell’arco di un biennio è prevista la sanzione accessoria della sospensione della patente da 15 giorni a due mesi. 

Una campagna informativa

La legge demanda la definizione delle caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali del sistema di allarme a un decreto del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che dovrà essere varato entro sessanta giorni. Prevista anche la realizzazione di una campagna informativa (che sarà curata dal ministero delle Infrastrutture e del ministero della Salute) sul nuovo obbligo, sulle corrette modalità di utilizzo dei dispositivi e sui rischi derivanti dall’amnesia dissociativa.

Allo studio agevolazioni fiscali

Un altro articolo prevede infine che con appositi provvedimenti normativi possano essere previste agevolazioni fiscali, limitate nel tempo, nel rispetto della normativa europea sugli aiuti di Stato per agevolare l’acquisto dei nuovi apparati.

 

 

 
 
 

Da sapere!

L’amnesia dissociativa è un disturbo che si manifesta con l’incapacità di ricordare dati personali importanti. È il caso, per esempio, del genitore convinto di avere portato il bambino all’asilo, quando invece l’ha lasciato in auto ed è andato a lavorare.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

C’è una pianta officinale per favorire la lattazione?

17/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonello Sannia

Esiste una buona documentazione scientifica che comprova gli effetti benefici del Cardo mariano sulla lattazione.   »

Dosaggio delle beta-hCG a nove giorni dal rapporto a rischio

12/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Gaetano Perrini

Un prelievo di sangue effettuato a pochi giorni dal rapporto sessuale per verificare se il concepimento è avvenuto fornisce un risultato non attendibile, Meglio evitare.   »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti