Dispositivi anti-abbandono: slitta l’obbligo!

Patrizia Masini A cura di Patrizia Masini Pubblicato il 20/09/2019 Aggiornato il 20/09/2019

È di ieri la notizia che un bambino è morto a Catania perché "dimenticato" dal padre in macchina. Eppure una legge che obblighi a installare in macchina dispositivi anti-abbandono c'è ma manca il decreto attuativo. E nel frattempo continuano a succedere le catastrofi

Dispositivi anti-abbandono: slitta l’obbligo!

Aveva due anni e dormiva in macchina mentre il padre doveva portarlo all’asilo. Sono bastate 5 ore sotto il sole cocente perché non ci fossero più speranze per lui (e per la sua famiglia). Sembra una beffa ma  l’obbligo di installazione di dispositivi anti-abbandono in auto doveva partire dal primo luglio di quest’anno ma per un problema di tempi burocratici è slittato e non si sa quando sarà approvato definitivamente. Di sicuro dopo l’estate, il periodo però più a rischio per queste amnesie dissociative, che spingono i genitori ad abbandonare involontariamente il bambino in macchina convinti invece di averlo portato all’asilo o dai nonni e recarsi tranquillamente al lavoro.

Manca il decreto attuativo

Come denuncia l’associazione dei consumatori Altroconsumo, manca ancora il decreto attuativo del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che doveva definire le caratteristiche tecniche di questi sistemi per non abbandonare il piccolo in macchina e che sarebbe dovuto arrivare entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge 117/2018, ovvero entro il 27 dicembre 2018. Così non è stato e quindi, calcolando i vari tempi tecnici per l’approvazione definitiva, sarà necessario attendere almeno fino a metà novembre 2019.

Il rischio ipertermia

È davvero un peccato perché l’obbligo è molto utile proprio in estate, quando il caldo può aumentare i rischi di effetti drammatici. Nei nei mesi estivi, infatti, i bambini piccoli possono andare in ipertermia (innalzamento pericoloso della temperatura corporea) in meno di 20 minuti e morire in sole due ore. Basti pensare che i finestrini e la struttura interna della macchina possono causare il rapido innalzamento della temperatura all’interno di un veicolo, raggiungendo anche i 50-60 gradi in pochissimo tempo.

Da sapere

PERCHÉ C’È L’AMNESIA DISSOCIATIVA

L’incapacità temporanea di ricordare dati personali importanti e di avere vuoti di memoria è l’amnesia dissociativa ed è dovuta a stanchezza, stress e traumi. È il caso, appunto, del genitore convinto di avere portato il bambino all’asilo, quando invece l’ha lasciato in auto e lui è andato a lavorare. Si stima che questo tipo di amnesia sia all’origine della morte di almeno 600 bimbi nel mondo negli ultimi 20 anni.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Pillola dimenticata: è alto il rischio di gravidanza?

01/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Gaetano Perrini

Se ci si dimentica di assumere il contraccettivo orale, basta prenderlo entro 12 ore dall'abituale per non correre rischi.   »

Educazione di una piccina: quali istruzioni vanno seguite?

27/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I bambini non sono robot: non ci si può aspettare che basti impartire una semplice dritta per ottenere i comportamenti desiderati.   »

Fertilità della donna dopo i 40 anni: cosa la influenza?

19/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

L'età anagrafica condiziona fortemente la possibilità di concepire. Ma non solo: altri fattori entrano in gioco e tra questi c'è il peso corporeo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti