Disturbi del sonno: vittime sempre più giovani

Silvia Finazzi
A cura di Silvia Finazzi
Pubblicato il 29/01/2019 Aggiornato il 29/01/2019

Rispetto a qualche anno fa, sono in aumento i ragazzi che soffrono di insonnia e altri disturbi del sonno. Le femmine più a rischio dei maschi

Disturbi del sonno: vittime sempre più giovani

Chi pensa che il sonno inizi a diventare una croce solamente dopo una certa età e che i giovani dormano sempre beatamente deve ricredersi. I disturbi del sonno, infatti, possono colpire anche i bambini e i ragazzi. Anzi in questa fascia di età sono in continuo aumento. L’ultima conferma arriva da uno studio condotto da un’équipe di ricercatori dell’Istituto di Salute Pubblica norvegese e pubblicato sulla rivista medica Journal of Sleep Research.

Uno studio su studenti universitari

La ricerca è stata realizzata su un gruppo di studenti universitari di entrambi i sessi, invitati a rispondere a una serie di questionari riguardanti abitudini di vita e di sonno: in particolare è stato chiesto loro di indicare quanto dormissero mediamente durante la settimana e quanto nel weekend. Inoltre, i partecipanti avevano dovuto esprimere un giudizio sulla qualità del proprio riposo notturno, specificando se al mattino si sentivano riposati o se invece soffrivano di qualche problematica o di vera e propria insonnia. Lo scopo era capire se anche i giovani sono soggetti ai disturbi del sonno.

Meno di otto ore a notte

L’analisi dei risultati ha confermato che non sono solo i bimbi piccoli, gli adulti e gli anziani a vivere notti agitate. Nella casistica considerata, ben il 34,2% delle studentesse (circa una su 3) e il 22,2% degli studenti (oltre uno su 5) soffrono di insonnia o di altri disturbi del sonno. Ma non è solo la qualità del sonno a essere insufficiente. Anche dal punto di vista della qualità la situazione non è rosea: in genere, infatti, durante la settimana i giovani dormono meno di otto ore a notte, la soglia consigliata dagli esperti. Solo nel weekend riescono a riposare un po’ di più. 

Un fenomeno in continua crescita

In un secondo momento, gli autori hanno confrontato i dati dello studio con i risultati di altre ricerche. Hanno così scoperto che la situazione è peggiorata negli anni: un tempo, infatti, i giovani soffrivano in misura minore di disturbi del sonno. Più precisamente, nel 2010 queste problematiche riguardavano il 22,6% dei giovani (più di uno su 5), mentre nel 2018 la percentuale è salita al 30,5% (ben oltre 1 su 4). 

Il parere degli esperti

“Questi risultati sono indicativi di una crisi della salute mentale dei giovani. I disturbi del sonno vanno considerati come attenzione e rappresentano un possibile problema di salute pubblica per questa popolazione di individui” hanno commentato gli studiosi.

 

 

 
 
 

Da sapere!

I ragazzi che soffrono di disturbi del sonno possono andare incontro a varie conseguenze, come stanchezza, calo della concentrazione, difficoltà scolastiche, nervosismo, irritabilità.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Distacco amniocoriale: il riposo lo risolve?
20/05/2019 Gli Specialisti Rispondono

Se non compaiono perdite di sangue, né dolori è verosimile che il distacco amniocoriale non abbia dato luogo a complicazioni.   »

Sulla riuscita della PMA
16/05/2019 Gli Specialisti Rispondono

Il successo della procreazione medicalmente assistita dipende strettamente dall'età della donna.   »

Vaccinazioni: quanto aspettare dopo una malattia febbrile?
02/05/2019 Gli Specialisti Rispondono

Per ottenere la massima risposta immunitaria da una vaccinazione, occorre praticarla quando la condizione di salute del bambino è ottimale.   »

Fai la tua domanda agli specialisti