Disturbi dell’alimentazione aumentati del 30% durante il lockdown. Più colpiti bambini e adolescenti

Metella Ronconi A cura di Metella Ronconi Pubblicato il 08/01/2021 Aggiornato il 08/01/2021

Si studiano ora nuove strategie psicologiche, anche online, per aiutare i ragazzi che soffrono di disturbi dell’alimentazione. Purtroppo il trend è in netta crescita anche a causa della pandemia da Covid-19

Disturbi dell’alimentazione aumentati del 30% durante il lockdown. Più colpiti bambini e adolescenti

Negli ultimi mesi, i disturbi alimentari sono passati in seconda linea a causa della situazione sanitaria. In realtà, però, anoressia e bulimia sono aumentate a vista d’occhio. Le età sono disparate, con una forte tendenza allo sviluppo di anoressia, bulimia e obesità fra i 15 e i 25 anni. Per i ragazzi il cibo è diventato una scappatoia per affrontare i cambiamenti traumatici derivanti dall’emergenza sanitaria del Covid-19. Lo afferma Arianna Di Napoli, psicologa e psicoterapeuta cognitivo comportamentale specializzata nel trattamento di pazienti con disturbi del comportamento alimentare.

A rischio bambini e preadolescenti

Un’analisi dell’Osservatorio epidemiologico del ministero della Salute ha messo in evidenza un aumento di casi post lockdown del 30% tra bambini e preadolescenti. Il problema è stato evidenziato anche dall’Istituto Superiore della Sanità: rischio di ricaduta o peggioramento della problematica, aumento del rischio di infezione da Covid-19 in chi soffre di disturbi o disordini dell’alimentazione, possibile comparsa di questa tipologia di disturbo; senza considerare la scarsità di offerta di trattamenti psicologici e psichiatrici verificatesi nel corso dell’emergenza sanitaria. I disturbi alimentari hanno spesso origini traumatiche e la situazione legata alla pandemia è certamente un trauma per i più giovani che si sono trovati soli senza amici in una situazione di angoscia e magari di tensioni familiari dovute al lockdown. Sono, infatti, aumentate le richieste di ricoveri di minori di 14 anni.

Terapia online

Per far fronte alle restrizioni e ai limiti imposti dalla pandemia, i professionisti sanitari hanno incrementato la terapia online. Accanto alla psicoterapia è importante il ruolo delle associazioni e dei gruppi di pazienti, un ottimo alleato del percorso terapeutico perché crea un filo diretto tra chi aiuta e chi chiede aiuto e affianca in maniera efficace le cure mediche. Per esempio, con un percorso che si basa su tecniche di coaching  mirate alla crescita di autostima e alla scoperta del proprio potenziale per superare i problemi con il cibo.

 

 
 
 

Da sapere!

Secondo il Ministero della Salute, in Italia, più di tre milioni di persone soffrono di disturbi alimentari, ma si stima possano essere di più, dal momento che circa il 40% non chiede aiuto o non riceve una diagnosi. Il trattamento psicoterapeutico accompagnato nelle forme più gravi a quello farmacologico consente di avere fino al 70% di guarigioni dei pazienti.

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sei mesi che si addormenta solo se cullata

18/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Intorno ai quattro mesi di vita, tutti i bambini dovrebbero imparare ad addormentarsi da solo: se questo non accade si può ricorrere a un metodo che nella maggior parte dei casi dà buoni risultati.   »

Bimba che sorride a tutti ma non alla mamma

18/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Per ottenere risate e gridolini allegri dal proprio bambino, può essere sufficiente relazionarsi con lui in modo sereno e gioioso.   »

Vaccino anti-Coronavirus: è davvero una fake-news che causi infertilità?

13/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Luca Cegolon, MD, MSc, DTM&H, PhD

Nel Web circolano bufale a volte così ben confenzionate da diventare credibili anche per persone competenti. Documentarsi sempre in modo meticoloso, prima di dare credito a ipotesi che mettono in discussione le scelte delle autorità sanitarie è quanto di meglio si possa fare per non cadere nelle tante...  »

Fai la tua domanda agli specialisti