Embrione che l’ecografia non visualizza

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 20/11/2020 Aggiornato il 20/11/2020

Se al termine della quinta settimana di gravidanza l'embrione non viene visualizzato con l'ecografia è opportuno indagare sul perché.

Una domanda di: Sashi
Salve sono a 5 settimane e 6 giorni, ho fatto una ecografia interna, ma la ginecologa mi ha detto che non si vede l’embrione: è un problema?

Buongiorno signora, la gravidanza nelle sue fasi iniziali è visibile ecograficamente dopo un paio di settimane di ritardo delle mestruazioni. Tuttavia qualora l’ovulazione sia avvenuta non il 14º giorno ma qualche giorno dopo può non essere ancora visualizzabile. Deve però tener presente che esistono anche localizzazioni extra uterine ed è pertanto suggerito un monitoraggio con controlli ravvicinati dal suo specialista di fiducia per accertarsi che la gravidanza si stia sviluppando all’interno della cavità dell’utero.
Può essere utile in queste fasi iniziali anche l’esecuzione del dosaggio ematico delle beta-hCG per verificare che dal punto di vista biochimico la gravidanza sia comunque in evoluzione e che non ci sia stato purtroppo un aborto precoce. Sperando di esserle stato utile la saluto cordialmente.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che si sveglia piangendo: cosa può essere?

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

A fronte di un improvviso cambiamento nei ritmi del sonno è opportuno prima di tutto escludere la presenza di un disturbo fisico.   »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti