Emicrania nei bambini: non sempre servono i farmaci

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 21/12/2016 Aggiornato il 21/12/2016

Anche i bambini soffrono di emicrania, ma più che ricorrere ai farmaci, sarebbe meglio correggere alcune cattive abitudini

Emicrania nei bambini: non sempre servono i farmaci

L’ emicrania nei bambini può essere curata anche senza farmaci. Secondo uno studio del Cincinnati Children’s Hospital (Stati Uniti), che ha preso in esame 328 bambini e ragazzi tra 8 e 17 anni afflitti da mal di testa in modo cronico o saltuario, il 52% di coloro che erano stati trattati con amitriptilina (un antidepressivo) e il 55% di coloro che avevano assunto topiramato (un anticonvulsioni) ha visto un calo del mal di testa del 50% o più, mentre il 61% di quelli trattati con una pillola placebo ha visto lo stesso beneficio.

Farmaco o placebo = stessi risultati

Coloro che avevano assunto i farmaci, però, hanno avuto anche tassi molto più alti di effetti collaterali, come affaticamento, bocca secca, cambiamenti di umore, formicolio alle mani, braccia, gambe o piedi. Ciò dimostra che l’emicrania nei bambini può essere curata anche senza farmaci, in quanto il placebo consente di ottenere gli stessi benefici, eliminando gli effetti collaterali dei medicinali.

Già dalle elementari

I dati evidenziano che la percentuale di bambini delle scuole elementari che soffrono di cefalea va dal 4 e all’11%, contro l’8 al 23% degli studenti delle scuole medie. Le cefalee, nell’infanzia e nell’adolescenza, condizionano lo svolgimento delle attività quotidiane, sociali e di studio, tanto da richiedere trattamenti farmacologici prolungati nel tempo, non di rado responsabili di diversi effetti collaterali.

In alternativa vitamina B12 e magnesio

Ora questo studio ipotizza che l’emicrania nei bambini possa essere curata anche senza farmaci. Esistono, infatti, diverse alternative terapeutiche: assunzione di sostanze naturali come coenzima Q10, vitamina B12 e magnesio, mentre in casi più gravi si possono usare gli antidolorifici a minore impatto.

Modificare lo stile di vita

Per curare l’emicrania nei bambini è, infine, fondamentale modificare lo stile di vita, a cominciare dall’eliminazione di alcuni cibi. Alcune ricerche dimostrano, infatti, come adeguati stili di vita, l’attività fisica e un’alimentazione sana e regolare possano procrastinare l’utilizzo cronico di farmaci, soprattutto se abbinati a una terapia cognitivo-comportamentale.

 

 
 
 

da sapere!

Secondo un altro studio, pubblicato su Neurological Sciencs, l’80% dei piccoli malati ha usato medicine complementari.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Menarca in bimba di 9 anni: crescerà ancora?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non è così automatico che l'arrivo della prima mestruazione segni la fine della crescita in altezza.   »

Anticorpi: con che quantità si può rinviare la seconda o la terza dose?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Fabrizio Pregliasco

A oggi non è ancora stato stabilito quale valore relativo agli anticorpi assicuri una copertura tale da consentire di rimandare (o, peggio, evitare) la vaccinazione.   »

Bimbo difficile, mamma esasperata

11/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Può essere davvero emotivamente insostenibile gestire un bambino che urla e piange ogni volta che ci si allontana. Ma la soluzione ci può essere.   »

Fai la tua domanda agli specialisti