Viola, la piccola balena

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 21/08/2014 Aggiornato il 02/02/2015

Ecco una bellissima favola scritta da una nostra lettrice, Maria Mazzoni di Cesena, mamma di Gianmarco e Giacomo. Ci racconta come si possano scoprire mondi meravigliosi... senza correre pericoli!

Viola, la piccola balena
VIOLA, LA PICCOLA BALENA

di Marzia Mazzoni, Cesena, mamma di Gianmarco e Giacomo

C’era una volta una piccola balena di nome Viola

che viveva in fondo al mare insieme alla sua mamma e al suo papà. Viola era una balena molto curiosa e amava esplorare i fondali del mare e le caverne buie: era così bello vedere le strane creature che qui vivevano nascoste! Piccoli ricci di mare, stelle marine e pesci che sembravano mostri!

La sua mamma era spesso preoccupata

perché non voleva che Viola si allontanasse troppo dalla loro casa in fondo al mare, temendo che la piccola balena si potesse perdere e non riuscire più a trovare la strada di casa. Viola diceva sempre alla mamma di non preoccuparsi, che lei era grande e non si sarebbe mai persa.

Un giorno, mentre stava esplorando una nuova caverna,

Viola vide dei piccoli cavallucci marini che giocavano tra loro e decise di seguirli per diventare amici. I cavallucci però non sapevano le buone intenzioni di Viola e anziché giocare con lei scapparono via velocissimi. La balena era così grande rispetto loro… Viola corse dietro loro, cercò di raggiungerli, ma i cavallucci erano rapidi e scapparono in fondo alla caverna, passando attraverso luoghi mai visti.

A un certo punto Viola non vide più i cavallucci

e guardandosi attorno si accorse di non sapere più tornare indietro. Viola si era persa! In quel momento la piccola balena pensò a quello che le diceva sempre la sua mamma: “Mi raccomando Viola, non ti allontanare troppo, potresti perderti!”. Quanto aveva ragione la sua mamma! Disperata iniziò a piangere fortissimo e a chiedere aiuto. I cavallucci marini, che non erano scappati ma si erano solo nascosti, la videro piangere e, dispiaciuti, decisero di aiutarla a tornare a casa. Le fecero capire di seguirli e in breve tempo la riportarono dalla sua mamma.

Viola e i cavallucci diventarono così grandi amici

e da allora in poi la piccola balena scoprì luoghi meravigliosi in fondo al mare con la compagnia e la guida dei cavallucci. Senza però allontanarsi troppo da casa, questo lo aveva imparato. 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Ancora podalico in 31ma settimana
17/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Il bambino può "mettere la testa a posto", ossia assumere la posizione cefalica, anche quando mancano solo poche settimane alla data del parto.   »

Dopo il vaccino niente farmaci per più di un mese?
17/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

L'indicazione di non somministrare alcuna medicina (escluso l'antifebbrile) nelle sei settimane successive alla vaccinazione è scorretta.   »

Gemellino che all’improvviso si comporta male
03/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Dietro ad atteggiamenti che all'improvviso diventano aggressivi e difficili da gestire c'è sempre una rabbia che il bambino deve imparare ad allontanare. Fargliela disegnare può essere d'aiuto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti