Fegato grasso nei bambini: adesso si scopre con un nuovo esame indolore

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 23/03/2017 Aggiornato il 23/03/2017

Una nuova tecnica ecografica, l’elastografia, sostituisce la biopsia per la diagnosi di fegato grasso nei bambini. Ecco come funziona questo metodo non invasivo

Fegato grasso nei bambini: adesso si scopre con un nuovo esame indolore

L’elastografia epatica consente di vedere se il fegato del bambino abbia iniziato a perdere funzionalità, divenendo meno elastico e sviluppando fibrosi epatica. La novità consiste proprio nella possibilità di misurare l’elasticità dell’organo, che è direttamente correlata alla presenza o meno di fibrosi. L’esame per la diagnosi del fegato grasso, basato su una nuova metodica elastografica, somiglia a una semplice ecografia e quindi si può ripetere nel tempo. Il suo utilizzo permette di evitare metodiche più invasive come la biopsia, particolarmente pesanti soprattutto per i pazienti pediatrici. Una ricerca condotta dall’ospedale Pediatrico Bambino Gesù insieme alla  Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma ha di recente approvato l’uso di questa tecnica per valutare con precisione il fegato grasso anche nei più piccoli.

Come funziona il nuovo esame

Lo studio condotto dagli ospedali romani ha preso in esame bambini e ragazzi fra gli 8 e i 17 anni di età, ai quali era già stata diagnosticata la steatoepatite tramite una precedente biopsia epatica. L’elastografia, cui i pazienti sono stati sottoposti, è stata la “real-time 2D-Shear Wave” che, integrandosi con le apparecchiature ecografiche tradizionali, permette di visualizzare l’immagine anatomica del fegato in tempo reale, con la possibilità di selezionare le zone da sollecitare. In particolare, l’esame consente di individuare la presenza di fibrosi epatiche significative e, in modo meno preciso le fibrosi moderate, nei bambini affetti da steatoepatite non alcolica.

La causa è il sovrappeso

La steatosi epatica o fegato grasso è un problema crescente tra bambini e adolescenti, la cui causa è spesso l’eccesso ponderale (sovrappeso o vera e propria obesità). In Italia una recente stima ha valutato che circa il 20-22% degli adolescenti è sovrappeso e circa il 10% è obeso. Il 70-80% di questi ragazzi presenta steatosi epatica, che può progredire (in percentuale variabile dal 20% al 60%) in steatoepatite non alcolica.

 

 

 
 
 

In breve

PREDISPONE AL DIABETE

La steatosi epatica è una patologia sempre più diffusa nei bambini dei Paesi industrializzati: per loro è alto il rischio di sviluppare in futuro il diabete mellito di tipo 2.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti