Il figlio ingrato – Fiaba – Grimm

La fiaba "Il figlio ingrato" dei fratelli Grimm insegna un valore importantissimo: il rispetto dei propri genitori e degli anziani. Leggi questa bella storia con i tuoi bambini e tutta la famiglia.

Il figlio ingrato

Un uomo e una donna se ne stavano seduti davanti alla porta di casa; avevano in tavola un pollo arrosto e volevano mangiarlo insieme. L’uomo, però, vide avvicinarsi il suo anziano padre e, velocissimo, prese il pollo e lo nascose, perché non voleva dargliene. Il vecchio venne, bevve soltanto un sorso d’acqua e se ne andò. Una volta che il padre si era allontanato, Il figlio volle riportare in tavola il pollo arrosto per mangiarselo tutto lui e la moglie. Quando fece per prenderlo, il pollo era diventato un grosso rospo, che gli saltò in faccia, vi si attaccò e non si mosse più. Se qualcuno voleva toglierlo, il rospo lo guardava invelenito, come se volesse saltare in faccia anche a lui, sicché nessuno osava toccarlo. E il figlio ingrato dovette nutrire quel rospo tutti i giorni, altrimenti gli mangiava la faccia. E così egli andò errando per il mondo tutto solo.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Sinechie delle piccole labbra: serve il cortisone?

Le pomate al cortisone non trovano specifica indicazione per le sinechie delle piccole labbra di una bambina. Una crema emolliente, che contrasti la secchezza delle mucose, se non ci sono sintomi né infezioni ricorrenti è più che sufficiente per controllare l'anomalia.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Massaggi anticellulite: si possono fare mentre si allatta?

I massaggi anticellulite possono essere effettuati tranquillamente durante l'allattamento, anche alla luce di una massima che tutte le neomamme dovrebbero fare propria: tutto quello che le fa sentire meglio si rifette positivamente sul bebè.   »

Fai la tua domanda agli specialisti