Il giramondo – Fiaba

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 03/03/2016 Aggiornato il 03/03/2016

La fiaba "Il giramondo" dei fratelli Grimm fu scritta in origine in antico dialetto tedesco. Divertente e piena di paradossi, piacerà senz'altro anche ai bambini di oggi

Il giramondo – Fiaba

Il giramondo

C’era una volta una povera donna con un figlio che aveva tanta voglia di andare in giro per il mondo. Un giorno la madre gli disse: “Come farai? Noi non abbiamo denaro che tu possa portare con te!” Il figlio disse: “Mi arrangerò; dirò sempre: non molto, non molto, non molto.”

Girò il mondo per un po’ di tempo, dicendo sempre: “Non molto, non molto, non molto.” Incontrò un gruppo di pescatori e disse: “Dio vi assista! Non molto, non molto, non molto.” – “Perché‚ dici ‘non molto’, mascalzone?” E quando tirarono le reti, non avevano davvero preso molto pesce. Allora lo presero a bastonate e dissero: “Non hai mai visto come si fa a trebbiare?” – “Che cosa devo dire, allora?” chiese il giovane. “Devi dire: ‘Piglia tanto! Piglia tanto!'” 

Egli continuò a girare per un po’ di tempo, dicendo sempre: “Piglia tanto! Piglia tanto!” finché arrivò a una forca, dove stanno per impiccare un malfattore. Allora disse: “Buongiorno, piglia tanto! piglia tanto!” – “Perché‚ dici ‘piglia tanto’, mascalzone? Ce ne vogliono ancora di canaglie a questo mondo? Non basta questo?” E lo picchiarono di nuovo. “Cosa devo dire, allora?” – “Devi dire: ‘Dio conforti la pover’anima!'”

Il ragazzo continuò a girare il mondo per un po’, sempre dicendo: “Dio conforti la pover’anima!”. Arrivò così a un fosso dove c’era uno scorticatore che ammazza un cavallo. Il giovane disse: “Buongiorno, Dio conforti la pover’anima!” – “Cosa dici, farabutto?” e gli diede in testa la mazza, da lasciarlo intontito. “Cosa devo dire, allora?” – “Devi dire: ‘Che tu possa finire in un fosso, carogna!'”

Egli se ne andò e continuò a dire: “Che tu possa finire in un fosso, carogna! Che tu possa finire in un fosso, carogna!”. Vide arrivare una carrozza piena di gente e disse: “Buongiorno, che tu possa finire in un fosso, carogna!”. Allora la carrozza cade veramente in un fosso e il cocchiere si mise a frustare il ragazzo, che alla fine tornò da sua madre. E in tutta la sua vita non andò più a girare il mondo.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti