È Natale

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 18/12/2013 Aggiornato il 30/01/2015

Abbiamo scelto questa filastrocca non soltanto perché bella, ma anche perché può essere un'occasione per riflettere, con i propri piccoli, sul vero valore di questa festa. Purtroppo nel mondo ci sono ancora bambini che soffrono la fame e che vivono situazioni di guerra... E il Natale dovrebbe essere anche, e forse soprattutto, per loro

È Natale

 

È NATALE

 

È Natale, è Natale,

chi sta bene e chi sta male:

c’è chi mangia il panettone,

lo spumante ed il torrone

e invece in qualche terra

i bambini fan la guerra.

Caro mio bel Bambinello

fa’ che il mondo sia più bello

e con gli uomini in letizia

tutti in pace ed amicizia.

Ad ognuno fai trovare

ogni giorno da mangiare.

Della neve ogni fiocco

tu trasformalo in balocco

che poi cada lì vicino

ad ogni piccolo bambino.

Manda a tutti il proprio dono

e fammi essere più buono.

 

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti