La filastrocca della Vispa Teresa

La Vispa Teresa è la più nota poesia per bambini dell'Ottocento, insegnata nelle scuole elementari del Nord e Centro Italia. La scrisse il poeta milanese Luigi Sailer. Ascolta il testo guardando il video

La vispa Teresa è la più nota poesia per bambini dell’Ottocento, insegnata nelle scuole elementari del Nord e Centro Italia. La scrisse il poeta milanese Luigi Sailer. Ascolta il testo

guardando il video

 

La vispa Teresa

avea tra l’erbetta

A volo sorpresa
gentil farfalletta

E tutta giuliva

stringendola viva

gridava distesa:

“L’ho presa! L’ho presa!”.
 

A lei supplicando

l’afflitta gridò:

“Vivendo, volando
che male ti fò?

Tu sì mi fai male

stringendomi l’ale!

Deh, lasciami! Anch’io

son figlia di Dio!”.
 

Teresa pentita

allenta le dita:

“Va’, torna all’erbetta,

gentil farfalletta”.

Confusa, pentita,
Teresa arrossì,

dischiuse le dita

e quella fuggì.

 

Clicca

 

qui

 

per guardare il video
 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Tampone vaginale positivo allo streptococco al termine della gravidanza

Può accadere che in prossimità del parto il tampone vaginale rilevi la presenza dell'infezione. In questo caso, all'inizio del travaglio viene praticata la profilassi antibitica per evitare che il bambino venga contagiato al momento della nascita.   »

Sinechie delle piccole labbra: serve il cortisone?

Le pomate al cortisone non trovano specifica indicazione per le sinechie delle piccole labbra di una bambina. Una crema emolliente, che contrasti la secchezza delle mucose, se non ci sono sintomi né infezioni ricorrenti è più che sufficiente per controllare l'anomalia.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Fai la tua domanda agli specialisti