I giochi più divertenti per bambini da fare insieme all’aperto

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 20/03/2013 Aggiornato il 20/03/2013

"Classici" o più... moderni, ecco i giochi per bambini che piacciono di più. E che fanno bene, insieme, al fisico e alla mente dei piccoli

I giochi più divertenti per bambini da fare insieme all’aperto

Mosca cieca

È uno dei giochi per bambini più antichi, visto che pare fosse già diffuso ai tempi dei romani. Si può giocare ovunque: in cortile, in giardino, al parco. Un bambino viene bendato e tutti gli altri si muovono intorno come vogliono. La “mosca” bendata deve cercare di acchiappare i suoi amici e riconoscerli al tatto. A quasi tutti i piccoli piace molto questo gioco, che aiuta ad acuire i sensi e la memoria ed esorcizza la pura del buio, tipica in molti bambini ancora piccoli.

Giro girotondo…

Un classicone, semplice ma sempre molto amato dai bambini più piccoli. Ne esistono tante versioni (si trovano facilmente in Internet), ma la più famosa resta la filastrocca “Giro girotondo, casca il mondo, casca la terra, tutti già per terra!”. Oltre a essere divertente, il girotondo è un ottimo gioco di motricità che permette ai bimbi di esercitare equilibrio e coordinazione.

Salto con la corda

È uno dei giochi per bambini che piace di più alle femmine. Già a 3 anni si può cominciare a giocare con la corda, iniziando ovviamente con i saltelli più semplici per poi inserire delle varianti, sempre più complesse man mano che il bambino cresce (una di queste è la double dutch, dove si usano due corde diverse che vengono girate in direzioni opposte). Spesso si gioca in tre ed esistono molte canzoncine o filastrocche che sono state inventate proprio per il salto con la corda. Un gioco che sviluppa i muscoli e migliora la coordinazione e che fa bene anche alle mamme che volessero perdere qualche chilo.

Bastian contrario

È uno di quei giochi per bambini a cui può partecipare anche un adulto: si sistema in mezzo a un “cerchio” di bambini con una sedia, un cappello, un bicchiere (o qualsiasi altro oggetto preferisca…) ed esegue una serie di movimenti. I bambini devono fare esattamente il contrario di quello che egli fa. Per esempio, se si siede, i piccoli giocatori devono prontamente alzarsi. Chi ripete lo stesso gesto viene eliminato dal gioco e vince l’ultimo bambino che riesce a restare nel cerchio. È un modo divertente per allenare attenzione, memoria e anche i riflessi.

Quattro cantoni

Che i “cantoni” siano 4 alberi, sassi, segni con il gessetto, indumenti… non importa. A ogni cantone si sistema un bambino, mentre un quinto bimbo sta nello spazio delimitato in mezzo. Il gioco prevede che i “bambini dei cantoni” si scambino liberamente i posti mentre lo sfidante deve cercare di occupare il cantone in quel momento libero. C’è anche la variante con la musica: fermandola di colpo al bimbo senza posto toccherà andare nel centro. I quattro cantoni sono un gioco tradizionale, capace di stimolare velocità, attenzione e riflessi.

Biglie

È un tradizionale gioco da spiaggia da fare in compagnia, bambini e adulti insieme. Serve una biglia di plastica per ogni giocatore. Trascinando per le gambe un giocatore in modo che il suo sedere scavi nella sabbia, si traccia una pista di gioco con rettilinei, curve e una linea di partenza e di arrivo. Per renderla più divertente si possono costruire anche curve paraboliche, chicane, salti, salite e discese, tunnel e trabocchetti vari. Si assegna quindi a ogni giocatore una biglia e si sorteggia l’ordine di partenza. La biglia va fatta avanzare sulla pista tirandola solo con l’indice (per i lanci più lunghi e potenti) o con il pollice (per i colpi di precisione). Se la biglia finisce fuori pista, torna al punto da cui è stata tirata. Vince chi taglia per primo il traguardo nel numero stabilito di giri.

Lettere con il corpo

A questo gioco possono partecipare due bambini o due squadre. In entrambi i casi, l’obiettivo è “dare vita” a una lettera dell’alfabeto con il corpo, impresa non sempre semplice. Al bimbo, o alla squadra rivale, tocca indovinare di che lettera si tratta. È un gioco che impegna tutti i muscoli del corpo e che fa divertire molto. Ha anche il pregio di avvicinare i bambini ai segni e alle lettere che presto impareranno a conoscere andando a scuola.

Corsa a ostacolo

È già un gioco divertente “inventare” un percorso a ostacoli all’aperto semplicemente guardandosi intorno: un tronco caduto da superare, un masso su cui saltare prima su e poi giù, un muretto sul quale camminare senza perdere l’equilibrio, un cespuglio da aggirare… Naturalmente lungo il percorso si possono prevedere anche oggetti più “casalinghi”, come scatoloni, sedie, assi… La corsa a ostacoli è un gioco che in genere diverte molto, richiede una grande varietà di movimenti e quindi migliora le capacità motorie, e insegna che ogni “ostacolo” può essere affrontato in modo diverso.

Palla fissa

Un bambino prende una palla e la butta abbastanza in alto da avere il tempo di battere le mani per tre volte prima che torni giù. Nel frattempo i bambini scattano in tutte le direzioni, cercando di allontanarsi il più possibile. Quando il bimbo ha afferrato di nuovo la palla urla “palla fissa” e tutti i compagni di gioco si devono immediatamente fermare. A questo punto, il bimbo che ha la palla prende la mira e la lancia (ovviamente non forte) cercando di colpire un altro bimbo, che potrà muoversi con il corpo ma tenendo i piedi fermi. Se riesce a colpire qualcuno, tutti ricominciano a scappare e il gioco ricomincia.

1 2 3… stella!

Un giocatore si appoggia a un muro o, comunque, chiude gli occhi, mentre gli altri bambini si dispongono a una ventina di metri, su una linea di partenza. Obiettivo di questo gioco è “avvicinarsi” senza essere visti. Il bimbo “che sta sotto” dice, infatti, “1, 2, 3… stella!” e si gira di scatto: chi viene visto mentre si sta muovendo, ritorna alla linea di partenza. È un ottimo gioco di movimento, che piace a maschietti e femminucce, e che favorisce anche i riflessi il senso dell’equilibrio.
 

In breve

I giochi all'aperto per i bimbi

Ci sono giochi da fare all’aperto intramontabili come mosca cieca, giro girotondo, il salto con la corda, 1, 2, 3 … stella! Ce ne sono per tutti i gusti… Il divertimento è assicurato e il bambino oltre a stare in compagnia ha l’occasione di sfogarsi e di fare movimento: due “ingredienti” fondamentali per la sua crescita e il suo corretto sviluppo.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino antiinfluenzale: lo faccio al mio bimbo?

23/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Vaccinare contro l'influenza i bambini piccoli è ora più che mai la scelta giusta: ad affermarlo il Ministero della salute e la Società italiana di pediatria.   »

Dubbio sul valore delle beta-hCG

23/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Per capire se la gravidanza sta procedendo, serve l'ecografia, tuttavia non conviene farla prima che il valore dell'ormone beta-hCG sia almeno a 1000.  »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti