In vacanza con i bambini: i prodotti da non dimenticare

Contenuto sponsorizzato

Le vacanze con i bambini sono sempre una fonte di divertimento e scoperte, ma come affrontarle al meglio? Ecco una check list dei prodotti che non possono mancare in valigia, primi tra tutti i prodotti per la protezione solare.

olcelli protezione solare

Le vacanze con i bambini sono una fonte continua di divertimento e di nuove scoperte per tutta la famiglia. Che sia al mare, in montagna, al lago oppure in qualche città d’arte, una delle cose più importanti è assicurarsi di mettere in valigia tutto il necessario per una vacanze serena e sicura, anche e soprattutto per i nostri bambini. Cosa non può proprio mancare? Oltre ai capi più adatti per la meta che abbiamo scelto e ai giochi preferiti dei piccoli, è indispensabile portare con sé i solari e i prodotti per la protezione dei bambini, in modo che possano esporsi al sole senza conseguenze sulla loro pelle delicata. Facciamo insieme un elenco dei prodotti da non dimenticare a casa!

Prima della partenza: la check list dei prodotti indispensabili

I prodotti da mettere in valigia per l’igiene e la protezione al sole dei nostri bimbi dovrebbero essere più o meno gli stessi che utilizziamo a casa. Possiamo quindi mettere nel beauty case formato famiglia:

  • docciaschiuma;
  • shampoo;
  • olio o crema per il corpo;
  • pasta protettiva per le zone delicate;
  • pettine e/o spazzola per i capelli;
  • spazzolino da denti;
  • dentifricio;
  • kit per prendersi cura delle unghie;
  • crema solare con un elevato fattore di protezione;
  • doposole;
  • balsamo per le labbra con protezione solare;
  • salviettine umidificate.

Arriva Pietrino Sole Baby, la protezione solare perfetta per i bambini (e non solo)

Pietrino è un’emulsione pensata per le pelli sensibili di bambini e adulti. Ha una texture morbida che si assorbe rapidamente, in modo che anche i bambini più impazienti possano tornare subito alle loro attività.

Pietrino protezione solare

L’ideale sarebbe comunque applicare il prodotto in maniera uniforme almeno una mezz’ora prima di esporsi al sole e poi spalmarlo di nuovo a intervalli regolari e dopo ogni bagno in mare, al lago o in piscina. La sua formula garantisce una protezione ad ampio spettro dalle radiazioni UVB-UVA, mettendo al riparo da scottature ed eritemi solari; l’estratto oleoso di Calendola, l’olio di Karitè e l’estratto di Aloe, inoltre, rafforzano la barriera cutanea prevenendo i danni provocati dal sole. Non solo: Pietrino è anche amico dell’ambiente e degli abitanti del mare. I suoi filtri Eco Reef sono infatti studiati in maniera specifica per non danneggiare l’ecosistema degli oceani e sono conformi al trattamento dei coralli Hawaii. Clicca qui per scoprire tutto su Pietrino.

Simoncina la Stella Marina è invece un’Acqua Solare Baby spray che si può applicare su viso, corpo e capelli. Grazie agli estratti bio di Camomilla e Amamelide, dalle proprietà lenitive e calmanti contenuti nella sua formula, è un prodotto indicato per la pelle sensibile e delicata dei bambini, che spesso sente il bisogno di un po’ di refrigerio e di idratazione quando è esposta al sole. Fa parte della Linea Mammababy®, ideata da Olcelli Farmaceutici per i bambini, ma che può essere usata anche dagli adulti.

E dopo una bella giornata trascorsa a giocare al sole? Nonostante le cure e le attenzioni, la pelle dei bimbi può essere accaldata e arrossata. In questo caso viene in nostro aiuto Giovannino il Ghiacciolo, un doposole baby idratante, lenitivo e rinfrescante, per dare nutrimento e refrigerio alla pelle dei bimbi dopo una giornata all’aria aperta. Nella sua formula adatta anche alle pelli più sensibili troviamo Olio di Amido di Riso, Aloe Vera, Arginina ed estratto di Sigesbeckia Orientalis, principi attivi che rinfrescano e aiutano a nutrire la pelle anche in caso di scottature ed arrossamenti.

Sole e bambini, le regole per una corretta esposizione

La pelle dei bambini, soprattutto di età inferiore ai 12 anni, è molto sensibile ai rischi di un’eccessiva esposizione al sole: sono più soggetti non solo a eritemi e scottature, ma anche ad eventuali danni al Dna che i raggi ultravioletti possono provocare, che potrebbero costituire un fattore di rischio per lo sviluppo dei tumori della pelle nel corso della vita.
I neonati con meno di 6 mesi di vita non dovrebbero mai essere esposti direttamente ai raggi del sole ma tenuti sempre all’ombra o riparato da appositi ombrellini da montare sul passeggino o sulla carrozzina: anche una crema solare ad alta protezione non basterebbe comunque. I bimbi più grandi, che amano giocare al sole nelle belle giornate estive, necessitano invece di frequenti applicazioni di crema solare con un fattore di protezione Spf 50 ad ampio spettro e resistente all’acqua. Non solo: dovrebbero inoltre indossare un cappellino o una bandana sulla testa e possibilmente una magliettina di tessuto traspirante e leggero. Per le pelli più delicate sono ora disponibili anche indumenti protettivi che schermano i raggi del sole pur lasciando traspirare la pelle: si possono indossare anche mentre si fa il bagno e asciugano rapidamente. Nonostante tutte queste attenzioni, il tempo trascorso al sole dovrebbe essere limitato e possibilmente distribuito nelle ore meno calde della giornata, quindi al mattino oppure nel tardo pomeriggio.

Labbra e occhi protetti dal sole

In spiaggia, in montagna oppure in città, quando il sole picchia è necessario proteggere non solo la pelle dei bambini, ma anche le parti più delicate del viso come occhi e labbra. Si tratta di zone molto sensibili, che necessitano di cure particolari. Per proteggere gli occhi si può optare per un paio di occhiali da sole con buone lenti e con una montatura “a prova di bimbo”, che potremo scegliere insieme in modo che il piccolo si senta più trendy che mai e li indossi sempre volentieri.

Per le labbra, invece, si può puntare su prodotti specifici come ad esempio il Balsamo Protettivo Labiale Baby Eco Reef SPF 50, per gli amici “il polipo Ambrogino”. Si tratta di un’emulsione ad alto fattore di protezione dalla texture morbida, che si assorbe rapidamente senza lasciare aloni bianchi. Oltre a proteggere da radiazioni UVA e UVB, apporta idratazione e nutrimento alle zone su cui viene applicata – labbra ma anche cicatrici, nei e macchie cutanee – grazie alla presenza di glicerina, cera d’api e burro di karitè nella sua formula. Non è un prodotto riservato all’estate: sarà prezioso anche in inverno per proteggere dal freddo e dal sole, soprattutto se si trascorrono delle belle giornate in montagna.

La protezione contro le punture degli insetti

Estate non è sinonimo solo di vacanze, sole e giornate spensierate: in questa stagione bisogna purtroppo fare i conti anche con le fastidiose punture di zanzara e di altri insetti. Come proteggere la pelle dei bambini, soprattutto quella delicatissima dei neonati? La Linea Mammababy® ha pensato di raccogliere i prodotti più adatti in una pratica pochette, il Kit Estate Baby.
Zeta Baby è una lozione protettiva ed emolliente adatta alla pelle dei bambini: contiene oli essenziali sgraditi agli insetti, come ad esempio quelli naturali di geranio, lavanda, melaleuca, citronella, timo, limone, litsea, che si combinano a estratti di aloe, eucalipto e basilico per rendere la profumazione piacevole all’olfatto e delicata sulla pelle. Non macchia, non unge e non contiene repellenti chimici o sintetici.
Se invece zanzare e insetti hanno già punto il nostro bimbo, possiamo donargli un po’ di sollievo con Post Zeta Baby, un gel lenitivo ad azione rinfrescante che allevia il prurito provocato non solo delle punture di insetti, ma anche da piante urticanti e meduse. Questo prodotto privo di ammoniaca è a base di aloe ed estratti naturali di piante.

Igiene a portata di mano ovunque

I bambini sono curiosi per natura e amano esplorare il mondo con le loro manine. In vacanza le occasioni non mancano di certo! Fuori casa, però, non è sempre così facile lavarsi le mani frequentemente. Come fare quindi ad averle sempre pulite? Il nostro alleato può essere uno spray igienizzante, che però deve essere rispettoso della pelle sensibile dei bambini. Mariolino l’arcobaleno è lo Spray Igienizzante Baby di Olcelli, pensato per igienizzare le mani senza necessità di risciacquo, comodissimo in tutte quelle occasioni in cui non c’è la possibilità di lavarle. Questa soluzione idroalcolica è composta dal 70% di alcool, acqua distillata di Hamamelis e glicerina vegetale con proprietà idratanti e nutrienti; si può tenere sempre in borsa per igienizzare non solo le mani, ma anche indumenti, fazzoletti e piccoli oggetti.

Scopri i solari e gli altri prodotti della Linea Mammababy® qui.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Contenuto sponsorizzato

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gravidanza che non si annuncia dopo 7 mesi di tentativi: si deve ricorrera alla PMA?

24/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Di solito, se la coppia è giovane, prima di indagare sulla sua fertilità, si attende che trascorra un anno di tentativi di concepimento andati a vuoto. Qualora il ginecologo suggerisca di ricorrere alla procreazione medicalmente assistita prima di questo lasso di tempo probabilmente esclude la possibilità...  »

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti