Inquinamento indoor, problemi alla tiroide

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 18/04/2019 Aggiornato il 19/04/2019

L’ inquinamento indoor è dannoso per la salute dei bambini e anche degli animali domestici. Tiroide a rischio

Inquinamento indoor, problemi alla tiroide

L’inquinamento indoor legato alle sostanze rilasciate da mobili e dispositivi elettronici presenti in casa causa problemi di salute nei bambini e anche degli amici a 4 zampe.  Per inquinamento indoor si intende quell’insieme di sostanze, perlopiù componenti chimici, rilasciati da mobili e dispositivi elettronici che, se inalati,  ingeriti o assorbiti attraverso la pelle possono essere pericolosi.

Sostanze ignifughe

I ricercatori dell’Università di Stoccolma  (Svezia) hanno dimostrato che nei mobili di casa e nei dispositivi elettronici di uso comune si annidano sostanze pericolose che, con il passare del tempo sprigionano polveri dannose per la salute: si tratta per lo più di sostanze ignifughe, utilizzate per evitare che gli oggetti prendano fuoco.

Allarme ipertiroidismo

I primi effetti collaterali dell’inalazione o il contatto di queste sostanze tossiche sarebbero a carico della tiroide. I ricercatori svedesi sostengono, nello studio pubblicato sulla rivista Enviromental science e tecnology, che i ritardanti di fiamma bromurati, sostanze impiegate per rendere gli oggetti ignifughi, con il trascorrere del tempo finiscono per subire delle alterazioni. Fino a oggi le conseguenze sono state studiate sui gatti domestici ed è emerso che molti di questi animali hanno sviluppato una forma di ipertiroidismo.

Effetti simili sui bambini

I bambini, specie se molto piccoli, tendono a mettere tutto in bocca e sono particolarmente soggetti ai rischi derivanti dal contatto con le sostanze tossiche presenti in casa. I ritardanti di fiamma bromurati, spiegano gli scienziati, sono “dei disturbatori endocrini. È, quindi, particolarmente grave se i bambini ingeriscono queste sostanze, perché l’esposizione durante lo sviluppo può avere conseguenze in seguito” e provocare malattie a carico della tiroide”.

 

 

 

 
 
 

lo sapevi che?

I ritardanti di fiamma vengono utilizzati per evitare che apparecchiature elettroniche, ma anche mobili e tessuti prendano fuoco. Alcune di queste sostanze sono state vietate, ma altre, ancora usate, possono essere rilasciate anche dopo molti anni con il rischio di inalazione.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Quanto peserà il mio bambino?
21/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

L'ecografia fornisce una stima del peso del bambino, che va considerata con prudenza in quanto il margine di errore in più o in meno è circa del 10 per cento. Indicare quanto peserà esattamente il bambino alla nascita non è dunque possibile.   »

Ancora podalico in 31ma settimana
17/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Il bambino può "mettere la testa a posto", ossia assumere la posizione cefalica, anche quando mancano solo poche settimane alla data del parto.   »

Gemellino che all’improvviso si comporta male
03/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Dietro ad atteggiamenti che all'improvviso diventano aggressivi e difficili da gestire c'è sempre una rabbia che il bambino deve imparare ad allontanare. Fargliela disegnare può essere d'aiuto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti