Insonnia: ne soffrono 4 bambini su 10

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 31/10/2016 Aggiornato il 31/10/2016

L'insonnia colpisce sempre più i bambini italiani. Ecco i consigli dei pediatri per dire addio alle notti in bianco dei bambini (e dei genitori)

Insonnia: ne soffrono 4 bambini su 10

L’insonnia non colpisce soltanto gli adulti, ma affligge anche sempre più anche i bambini. Basti solo pensare che, secondo un sondaggio della Società italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps), 4 bambini italiani su 10 soffrono di insonnia vera e propria. E questo disturbo può manifestarsi sia senza un apparente motivo, sia durante fasi difficili da sostenere come la nascita del fratellino, l’iscrizione all’asilo o il passaggio da un ciclo scolastico a un altro. 

Esaminati 2.000 bambini

Questa ricerca, dal nome “Ci piace sognare”, ha analizzato la durata e la qualità del sonno di più di 2.000 bambini, di età compresa tra 1 e 14 anni. Ebbene, ben il 40% soffrirebbe di una qualche forma di insonnia o di riposo disturbato. È emerso anche che i bambini del Nord riposano più a lungo ma anche che, trasversalmente, molti bimbi hanno ancora bisogno di addormentarsi nel lettone dei genitori e che sempre più bambini e ragazzi utilizzano videogiochi prima di dormire, un’abitudine che influisce negativamente sulla durata e sulla qualità del sonno. Tra le cause dell’insonnia nei bambini ci sarebbero, poi, situazioni che possono generare stress e tensione al bambino, come per esempio la nascita di un fratellino, preoccupazioni scolastiche, problemi familiari, incubi notturni ricorrenti.

I consigli dei pediatri

  • No a videogiochi, tablet o altri dispositivi elettronici prima della nanna.
  •  No alla Tv in cameretta né, per i più grandicelli, all’uso del cellulare prima di coricarsi.
  •  No ai cibi eccitanti come carni rosse, formaggi grassi, cioccolato, caffeina e persino i broccoli.
  • Sì a una cena leggera, consumata presto e ricca di carboidrati complessi, potassio e magnesio.
  • No all’attività fisica un’ora prima di coricarsi.
  • Sì alle piccole abitudini e rituali familiari.
  • Sì all’ambiente giusto: la stanza da letto dovrebbe essere silenziosa, non troppo calda e ben aerata.
  • Sì a un diario del sonno del bambino.

 

 

 
 
 

lo sapevi che?

Un buon sonno è fondamentale per avere un sistema immunitario forte e per prevenire l’obesità.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccini tetravalente ed esavalente e possibili effetti indesiderati

06/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Qualsiasi vaccino dà luogo a effetti indesiderati che comunque sono molto meno gravi di quanto potrebbero essere le conseguenze della malattia contro cui vengono effettuati.  »

Bimbo che vuole mangiare solo pochi alimenti

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Occorre stare molto attenti a non trasformare l'ora dei pasti in un momento in cui il bambino tiene in pugno tutta la famiglia e il modo migliore per evitarlo, favorendo un rapporto sereno con il cibo, è mostrare indifferenza se rifiuta una cibo e zero esultanza se, invece, lo mangia.   »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti