Intervento al setto nasale: chirurgia pediatrica sicura ed efficace

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 28/05/2014 Aggiornato il 28/05/2014

La chirurgia al setto nasale va bene anche nell’infanzia dopo traumi, incidenti e in caso di deformazioni-ostruzioni del setto nasale

Intervento al setto nasale: chirurgia pediatrica sicura ed efficace

La chirurgia pediatrica al setto nasale era sconsigliata fino a poco tempo fa. Ora i medici, pediatri e non, danno il via libera agli interventi correttivi del setto nasale anche prima dell’adolescenza.

Nuove tecniche chirurgiche

La chirurgia pediatrica al setto nasale è a volte necessaria, si pensi soltanto ai casi di incidenti, gravi traumi, malformazioni e ostruzioni del setto che impediscono al bambino di respirare correttamente e condurre una vita serena. Ora, in questi casi, è assolutamente possibile “riparare” il setto nasale ai bambini in modo sicuro e con risultati ottimali. A mettere a punto la nuova tecnica di microchirurgia endoscopica sono stati i ricercatori della Pennsylvania State University di Hershey. L’innovativo intervento di chirurgia pediatrica è stato effettuato su 54 pazienti di età inferiore ai 14 anni. Si trattava di bimbi con deformazioni dalla nascita o con difficoltà respiratorie a causa di incidenti ed eventi traumatici.

L’ostruzione nasale crea problemi anche ai bambini

Anche Gian Luigi Marseglia, direttore clinica pediatrica Policlinico San Matteo di Pavia, è d’accordo con i medici americani e afferma che per molti piccoli pazienti il problema dell’ostruzione del setto nasale porta pesanti difficoltà respiratorie. Infatti, anche se nel momento della nascita il naso appare “perfetto”, con la crescita del bambino crescono ovviamente anche le ossa facciali e tutto ciò può avvenire in maniera scorretta.

Sì alla microchirurgia endoscopica

Proprio qui intervengono le nuove tecniche endoscopiche di microchirurgia: questa metodologia avanzata fa sì che si intervenga chirurgicamente dall’interno e soltanto in maniera mirata ovvero solo su aree minime. L’intervento, in questo modo, non interferisce in alcun modo con il fisiologico sviluppo osseo facciale. 

In breve

MAI PER ESTETICA

L’innovativa procedura è chiaramente praticabile solo in casi di gravi ostruzioni e traumatismi e non va mai richiesta per motivazioni “estetiche”. Questo non soltanto per ragioni etiche ma anche perché con la crescita cambia la conformazione ossea e strutturale del volto e a essa si adattano le funzionalità respiratorie e mimiche legate all’area nasale e paranasale. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sette mesi con piccolissime cisti dei plessi corioidei

02/02/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

In generale la sola presenza di cisti dei plessi corioidei, anche se richiede controlli non desta preoccupazione. Diverso è il caso in cui, in prossimità dei plessi corioidei, si sviluppano le cosiddette cisti aracnoidee.  »

Un solo neo, tre pareri specialistici diversi: a chi credere?

31/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Ogni specialista ha le sue precise ragioni quando indica il da farsi rispetto a un neo, in particolare quando i singoli pareri vengono espressi a distanza uno dall'altro.   »

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Fai la tua domanda agli specialisti