Barattolo della calma Montessori: come prepararlo in casa?

Roberta Raviolo A cura di Roberta Raviolo Pubblicato il 14/09/2022 Aggiornato il 21/09/2022

Il barattolo della calma è un oggetto semplice che aiuta il bambino a sentirsi meglio. Per farlo servono un po' di colla glitterata, olio per creare la sospensione, brillantini e un barattolo di vetro. Ecco come creare in casa il barattolo della calma secondo il metodo Montessori

barattolo della calma montessori

Il barattolo della calma Montessori è un valido e divertente sistema da proporre al bambino quando è nervoso o agitato. Si ispira alla pedagogia montessoriana, secondo la quale i bambini vanno stimolati a trovare in se stessi la risposta a problemi o difficoltà. È anche possibile riprodurre in casa questo oggetto, utilizzando materiale facile da trovare, anche con l’aiuto del piccolo.

Barattolo della calma, a che cosa serve?

Secondo la teoria pedagogica di Maria Montessori, i bambini sono per natura disciplinati, seri, amanti dell’ordine. Vanno lasciati liberi di esprimere la propria creatività e i propri sentimenti. Inoltre, è importante renderli autonomi prima possibile, lasciando che imparino a nutrirsi e vestirsi da soli, a gestire anche i sentimenti negativi come la rabbia o la tristezza.
Il barattolo della calma o calming jar parte da questo approccio con i più piccoli. È adatto ai bambini fra i 3 e i 5 anni e aiuta i piccoli a ritrovare la calma dopo una situazione emotivamente difficile, come un litigio o una crisi di pianto. È proprio in questa fase di crescita, infatti, che un bambino può avere qualche difficoltà con le proprie emozioni. Si tratta di un barattolo trasparente, all’interno del quale si trovano alcuni brillantini sospesi in una sostanza trasparente.

Che benefici ha per il bambino?

Quando il barattolo viene agitato, i brillantini si spostano per poi scendere lentamente verso il fondo del barattolo, un po’ come succede con le bocce di vetro con la neve artificiale. Osservare i glitter che si depositano piano piano ha l’effetto di attirare l’attenzione del bambino, spostandola dal sentimento che lo agita. Sopravviene uno stato di calma che aiuta i bambini a rilassarsi e li rende disponibili ad ascoltare le parole del genitore o dell’educatore. Si può anche insegnare al bambino a trarre qualche profondo respiro per sentirsi ancora più tranquillo.

È possibile preparare in casa il barattolo della calma?

Non è difficile preparare a casa il barattolo della calma. È anche possibile farsi aiutare dal bambino a creare questo piccolo oggetto magico. Occorrono:

  • un barattolo di vetro con il tappo avvitabile
  • due cucchiaini di colla glitterata
  • un po’ di brillantini in polvere
  • una confezione di olio per il corpo per bambini
  •  una goccia di colorante naturale per alimenti.

 

Si versa l’olio nel barattolo, avendo cura di non riempirlo troppo (deve restare un po’ di spazio in modo che l’olio possa spostarsi nel barattolo). Si aggiunge la colla glitterata, i brillantini e il colorante. È bene ricordare che i colori che hanno un effetto maggiormente rilassante sono il blu, l’azzurro, il verde. Si mescola bene, si chiude accuratamente il tappo eventualmente utilizzando un po’ di colla per sigillarlo bene. Quando il bambino è arrabbiato, irritato, nervoso, basta proporgli il barattolo della calma per aiutarlo a ritrovare una situazione di benessere.

Il barattolo della calma Montessori è un valido e divertente sistema da proporre al bambino quando è nervoso o agitato. Si ispira alla pedagogia montessoriana, secondo la quale i bambini vanno stimolati a trovare in se stessi la risposta a problemi o difficoltà. È anche possibile riprodurre in casa questo oggetto, utilizzando materiale facile da trovare, anche con l’aiuto del piccolo.

 

 

 

 
 
 

In sintesi

Il barattolo della calma è utile solo ai bambini?

No, sembra che anche gli adulti traggano beneficio da questo semplice oggetto, che catalizza l’attenzione e ha un effetto rasserenante.

Che cos’è la scatola della rabbia?

È un contenitore all’interno del quale il bambino impara a riporre un disegno o un oggetto che gli ricorda il sentimento negativo che sta vivendo in quel momento. In questo modo impara progressivamente a gestirla.

 

Fonti / Bibliografia

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che rifiuta la mamma

03/10/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non basta aver messo al mondo un bambino per diventare la figura di riferimento che predilige. Se sono altre persone a prendersene cura, non stupisce che le preferisca alla mamma.   »

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Fai la tua domanda agli specialisti