I fiori multicolori con la velina

Con la tecnica della piega e del taglio si possono creare piccoli oggetti decorativi.

I fiori multicolori con la velina

Che cosa occorre: 
– 6 fogli di carta velina rettangolari da 50 x 70 cm, colori a piacere
– 1 foglio di carta velina verde
– 3 fili di ferro da fiorista
– Colla e forbici
– 1 vasetto da 10 cm di diametro, da riempire con argilla espansa, ghiaia o sassolini.

N.B.: Il materiale e le operazioni descritte servono per creare un solo fiore.

Come si fa

Fiori fai da te 1

1) Ciascuno dei 6 fogli di carta velina va dapprima diviso in 6 quadrati uguali. Per l’operazione, dividere il foglio formando una prima piega a metà, piegandolo su se stesso nel senso della lunghezza.

Piegare foglio fiori fai da te

2) Procedere quindi piegando il foglio in 3 parti uguali nel senso della larghezza. L’operazione va ripetuta per ogni singolo foglio (meglio se di colori diversi). 1 fiore è formato appunto da 6quadrati.

P47 2 3

3) Ritagliare le pieghe, poi sovrapporre a tre a tre quadrati di carta velina con lo stesso colore. Quindi piegare ogni gruppo seguendo la linea della diagonale.

P47 2 4

4) Praticare poi altre 2 pieghe identiche, tracciandole sempre seguendo la linea della diagonale. In ultimo, dal totale delle pieghe praticate si ricava, ogni volta, un piccolo triangolo di fogli ripiegati. Con la matita, sul lato più corto di un gruppo di fogli, tracciare una linea semicircolare.

P47 2 5

5) Su un altro gruppo di fogli, tracciare un disegno frastagliato. Il primo gruppo di fogli aperti formerà la corolla del fiore, il secondo gruppo formerà la parte interna. I fogli vanno incollati a gruppi di tre, uno sull’altro, alternando i colori.

pianta fai da te in carta

6) Per lo stelo: unire i fili di ferro da fiorista e avvolgerli su sé stessi. Incollare intorno la carta velina verde, in modo da ricoprire lo stelo. Poi inserirne una estremità al centro della corolla, nella parte posteriore.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

Dubbi sulle date delle vaccinazioni

Le date che vengono indicate per vaccinare i bambini sono approvate dalla Comunità scientifica pediatrica, quindi non di deve temere di rispettarle.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti