Lavoretti madrina e padrino della Cresima: tante idee originali

Francesca Scarabelli A cura di Francesca Scarabelli Pubblicato il 07/06/2024 Aggiornato il 04/07/2024

Un lavoretto per padrino e madrina della Cresima è il dono perfetto per ringraziare queste figure così importanti nella vita di un ragazzo o di una ragazza.

Lavoretti per madrina e padrino

Nella religione cattolica le figure di padrino e madrina sono abbastanza importanti nel percorso che porta i bambini e i ragazzi a ricevere i Sacramenti; in particolare hanno un ruolo di rilievo per il Battesimo e la Cresima. Il compito del padrino o della madrina non si limita a queste occasioni: dovrebbe infatti essere una figura di riferimento per il ragazzo e affiancare i genitori nella sua educazione e nella sua crescita. Ci sono alcuni lavoretti padrino e madrina della Cresima che bambini e ragazzi possono realizzare con le loro mani per ringraziare una figura tanto importante nella loro vita: vediamo insieme come creare con il fai da te delle piccole opere d’arte che di sicuro renderanno felici chi li riceverà.

Idee lavoretti fai da te per madrina e padrino della cresima

L’unico limite per realizzare dei lavoretti per il padrino o la madrina della Cresima è la vostra creatività: si può spaziare da oggetti decorativi per la casa a piccoli doni con uno scopo pratico, come ad esempio un portachiavi da portare sempre con sé.

Un mazzo di fiori di carta

A tutti fa piacere ricevere un bel mazzo di fiori, soprattutto se accompagnati da un bigliettino che recita: “vuoi essere il mio padrino/la mia madrina?”. E se i fiori fossero di carta, realizzati con il fai da te? Le tecniche per realizzarli sono tante, alcune più semplici, altre invece più complesse. Una delle più facili prevede l’uso di fogli colorati di carta velina, di circa 12 x 18 centimetri. Basterà piegare i fogli a fisarmonica e mettere un punto al centro con una spillatrice; si devono poi aprire i vari strati, ottenendo così una bella peonia.
In alternativa si possono ritagliare tanti petali da fogli colorati di carta o di cartoncino, accostarli in modo che si sovrappongano al centro e fissarli con un po’ di colla a caldo. Per rendere il fiore ancora più elaborato si possono realizzare dei petali più piccoli con cui creare una cerchia interna di petali, da incollare al centro del fiore sfalsando i petali; in questo modo si possono creare più strati.

La cornice fai da te

Una cornice che contenga una foto del bambino o della bambina che dovrà fare la Cresima sarà sicuramente un regalo gradito da qualsiasi padrino o madrina. Se è realizzato con il fai da te sarà un dono ancora più significativo! L’idea più semplice in assoluto è quella di comprare una cornice molto semplice e poi personalizzarla a proprio piacere, ad esempio con un collage di immagini ritagliate da giornali o riviste, con bottoni colorati, con sassi e conchiglie per una cornice a tema marino, con fiori e rametti per gli amanti della natura… le idee sono davvero tante, non sarà difficile trovare quella perfetta per il proprio padrino o la propria madrina!

Un ventaglio fatto a mano

Le cerimonie per la Cresima si svolgono spesso in primavera inoltrata o in estate: perché quindi non realizzare e regalare alla madrina un ventaglio fatto a mano e decorato in maniera unica da utilizzare in chiesa o durante il rinfresco successivo? Il materiale necessario sono dei cartoncini colorati, due bastoncini del gelato, un po’ di colla e piccole applicazioni per decorare il vostro ventaglio. Per prima cosa bisogna ritagliare il cartoncino ottenendo dei quadrati di circa 15 o 20 centimetri di lato, per poi piegarlo a fisarmonica con pieghe precise ad una distanza di circa un centimetro l’una dall’altra. A questo punto, per ottenere la classica forma del ventaglio, dovrete ripiegare il cartoncino a metà su se stesso e fissare con un po’ di colla a caldo. Sulle estremità superiori si possono incollare i bastoncini del gelato, che renderanno semplice impugnare il ventaglio e usarlo per ottenere un po’ di aria nelle giornate più calde. Non dimenticate qualche piccola applicazione per decorarlo, ad esempio piccoli fiori o stelline ritagliate nel cartoncino, brillantini, piccoli bottoni o micro conchiglie.

Il portachiavi per il padrino o la madrina

I portachiavi sono un regalo utile e molto apprezzato. Le tipologie di portachiavi fai da te che si possono realizzare con i bambini sono davvero tante: perché non provare a realizzare un portachiavi in feltro? Questo lavoretto per madrina o padrino è un pochino più elaborato, ma non è comunque necessario essere esperti di cucito per realizzare piccoli capolavori. Vi basteranno degli avanzi di feltro colorato, ago e filo, forbici, spilli, un po’ di ovatta, bottoni e nastrini per decorare. Ritagliate due sagome semplici e uguali dal feltro, sovrapponetele e cominciate a cucirle insieme; dopo i primi punti imbottite il vostro portachiavi con un po’ di ovatta per dargli una forma più morbida. Ultimate la cucitura e passate alla parte più divertente: la decorazione con piccole applicazioni, che possono essere cucite oppure fissate con un po’ di colla a caldo. Fissate l’anellino di metallo con un nastrino: il vostro portachiavi è pronto!

Un segnalibro personalizzato

Un segnalibro è un’idea regalo perfetta per ogni occasione, anche perché può essere personalizzato con un messaggio significativo che sarà sempre sotto gli occhi di chi riceverà questo dono. Si tratta inoltre di un lavoretto facile, che si può realizzare in poco tempo e usando pochi ed economici materiali. Una delle versioni più semplici prevede di sagomare un rettangolo di cartoncino e poi di decorarlo a proprio piacere con scritte e disegni, senza dimenticare una nappina che renderà più semplice trovare la pagina che si sta leggendo. Una variante simpatica prevede di utilizzare uno stecchino del gelato su cui applicare con un po’ di colla a caldo una sagoma ritagliata nel cartoncino o nel feltro; anche in questo caso si può personalizzare ulteriormente il segnalibro fai da te con il nome di chi riceverà il dono oppure con una breve frase significativa.

In copertina foto di RDNE Stock project da Pexels

 
 
 

In breve

Il padrino o la madrina della Cresima sono figure importanti nella religione cattolica: un lavoretto fai da te è un dono significativo per ringraziarli: sicuramente li farà felici!

 

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Tosse violenta che non passa in una bimba di 4 anni: qual è la causa?

02/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Anche se di rado, una tosse secca, insistente, che nulla calma può essere dovuta al tappo di cerume: per escludere questa possibilità basta che il pediatra ispezioni accuratamente i condotti uditivi del bambino.  »

Collo dell’utero raccorciato in 25^ settimana: è possibile che torni a posto?

01/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In effetti la cervice può recuperare qualche millimetro, in assenza di contrazioni uterine, quindi non è detto che una minaccia di parto prematuro comporti con certezza la nascita del bambino molte settimane prima rispetto alla data prevista.  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti