Maltrattamenti da piccoli triplicano il rischio di disturbi mentali

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 21/08/2017 Aggiornato il 21/08/2017

Disturbi mentali e comportamentali possono avere origine anche dai maltrattamenti subiti da piccoli. Ecco perché

Maltrattamenti da piccoli triplicano il rischio di disturbi mentali

Dovrebbero crescere felici, protetti da ogni sopruso. Invece, purtroppo in molti casi la realtà è ben diversa, esponendo i bambini veri e propri maltrattamenti da piccoli con effetti destinati a durare negli anni. I bambini maltrattati, infatti, presentano un rischio molto più elevato del normale di manifestare disturbi mentali, oltre che fisici, anche una volta diventati adulti. L’allarme è stato lanciato dagli psichiatri riuniti recentemente in occasione del congresso dell’Associazione europea di psichiatria (Epa).

Un fenomeno più diffuso di quanto si creda

A differenza di quanto pensano in molti, quello dei maltrattamenti da piccoli non è un fenomeno isolato. Stando alle stime degli psichiatri, ben il 23% degli adolescenti è vittima di episodi di bullismo. E non va meglio in casa. Al contrario. Sono almeno 80mila i bambini che ogni anno vengono maltrattati in famiglia, subiscono cioè violenze fisiche, abusi sessuali e/e emotivi da parte dei genitori o di altri famigliari o, ancora, vengono trascurati, non considerati, se non abbandonati.

Tante conseguenze

Tutte le forme di maltrattamento hanno importanti ripercussioni fisiche e psicologiche nel breve periodo. Pochi, invece, sanno che le conseguenze possono comparire anche a distanza di anni. Gli psichiatri hanno spiegato, invece, che i maltrattamenti da piccoli possono avere influenze molto significative anche sulla vita adulta. I bambini che hanno subito soprusi, minacce, percosse, umiliazioni, offese presentano un rischio triplicato di sviluppare disagi mentali, disturbi sessuali, problemi comportamentali, disturbi di ansia o da stress post-traumatico. Non solo: le violenze emotive, le angherie fisiche, le vessazioni subite nei primi anni di vita comportano anche un aumento della predisposizione a obesità, malattie croniche, abuso di alcol e sostanze stupefacenti.

 

 
 
 

Da sapere!

Isolamento, difficoltà relazionali, problemi con il cibo: sono solo alcuni dei campanelli di allarme di abusi e violenze.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Psicofarmaci in gravidanza: si possono assumere?
22/05/2019 Gli Specialisti Rispondono

Ci sono psicofarmaci compatibili con la gravidanza e con l'allattamento, quindi non è necessario sospenderne l'assunzione, anche se è opportuno che lo psichiatra li prescriva alla dose minima efficace.   »

Sulla riuscita della PMA
16/05/2019 Gli Specialisti Rispondono

Il successo della procreazione medicalmente assistita dipende strettamente dall'età della donna.   »

Vaccinazioni: quanto aspettare dopo una malattia febbrile?
02/05/2019 Gli Specialisti Rispondono

Per ottenere la massima risposta immunitaria da una vaccinazione, occorre praticarla quando la condizione di salute del bambino è ottimale.   »

Fai la tua domanda agli specialisti