Milano – Istituto Auxologico Italiano – Istituto Scientifico S. Luca

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 17/12/2014 Aggiornato il 17/12/2014

xxx

Istituto Auxologico Italiano – Istituto Scientifico S. Luca

  • Indirizzo Piazzale Brescia 20
  • Città Milano (MI) – CAP 20149 – Telefono 02 619111 – web www.auxologico.it
  • N° posti letto 180

SERVIZI CLINICI

Diabetologia

  • Percorso multidisciplinare per la gestione del diabete

Dietologia e Nutrizione clinica

  • Ambulatorio multidisciplinare per diagnosi e cura di sovrappeso e obesità
  • Monitoraggio gravidanze complicate da sovrappeso e obesità
  • Monitoraggio nutrizionale post-gravidanza

Endocrinologia

  • Servizi per diagnosi e cura dell’osteoporosi
  • Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC)
  • Servizi per diagnosi e cura delle patologie tiroidee

Malattie e disturbi dell’apparato cardiovascolare

  • Pronto Soccorso Cardiologico
  • Ambulatorio alto rischio cardiovascolare
  • Centro di riferimento regionale ipertensione arteriosa e prevenzione cardiovascolare

Neurologia

  • Servizi per la diagnosi della malattia di Alzheimer
  • Servizi per la terapia della malattia di Alzheimer
  • Centro cefalee
  • Percorso diagnostico terapeutico sclerosi multipla
  • Percorsi sclerosi multipla nelle donne
  • Percorsi personalizzati di riabilitazione per pazienti con sclerosi multipla

Reumatologia

  • Ambulatorio malattie reumatiche infiammatorie croniche autoimmuni
  • Centro di riferimento regionale diagnosi e cura malattie rare
  • Monitoraggio gravidanze complicate da malattie reumatiche autoimmuni
  • Centro di riferimento regionale per prescrizione di terapie
  • Riabilitazione e fisioterapia

Fiore all’occhiello

Trattamento neuropatie dolorose e piede diabetico, Centro di riferimento nazionale cura dell’obesità, Diagnosi e terapia osteoporosi in età pediatrica – Ambulatorio endocrinopatie in gravidanza – Percorso riabilitativo disturbi del comportamento alimentare, Centro ipertensione arteriosa nella donna – Centro scompenso cardiaco, Screening genetico e liquorale patologie neurodegenerative, Trattamento: lupus neonatale, malattie rare immuno-reumatologiche e ipertensione polmonare da malattie autoimmuni – Centro di riferimento nazionale sindrome da anticorpi anti-fosfolipidi (APS)

Mappa:

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti