Nessuna differenza tra maschi e femmine in matematica a scuola

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 24/04/2013 Aggiornato il 24/04/2013

In matematica a scuola i ragazzi e le ragazze ottengono gli stessi risultati. Lo ha rivelato uno studio condotto su centinaia di studenti negli Stati Uniti

Nessuna differenza tra maschi e femmine in matematica a scuola

Un luogo comune, vecchio ma ancora radicato, vorrebbe che i ragazzi siano più bravi delle ragazze quando si tratta di cimentarsi in matematica a scuola. E invece sembra proprio che non ci sia alcuna differenza di capacità tra maschi e femmine. È quanto risulta da uno studio che è stato condotto all’Università del Maryland (Usa) e i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Psychology of woman quarterly.

I più bravi? Gli studenti di origine asiatica

Lo studio ha preso in esame 367 studenti dell’ultimo anno delle superiori e ha testato le loro capacità in matematica a scuola. Si è così visto che tra adolescenti maschi e femmine non ci sono state differenze significative nei voti. È emerso invece un altro dato interessante, e cioè che gli studenti di origine asiatica sono generalmente più bravi nella matematica che si studia a scuola. Latinoamericani e afroamericani hanno invece ottenuto risultati meno brillanti.

In breve

LE STESSE CAPACITA' MATEMATICHE

Va sfatato il luogo comune che vuole gli studenti maschi più portati nelle materie scientifiche. Una ricerca condotta su centinaia di adolescenti negli Stati Uniti rivela, invece, che le studentesse non sono da meno…

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di tre anni con attacchi di rabbia: che fare?

04/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Pazienza, comprensione, disponibilità, affetto sono gli ingredienti che aiutano a contrastare le crisi di rabbia di un bimbo di tre anni. Ma comprendere la ragione di certe intemperanze è altrettanto importante.   »

HPV ad alto rischio oncogeno: come avviene il contagio?

03/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

La trasmissione del Papilloma virus responsabile del carcinoma della cervice avviene quasi esclusivamente per via sessuale.   »

Vaccinazione anti-rotavirus: la ricerca dice sì, senza alcun dubbio sì

27/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Gli ultimi studi compiuti in modo serio e rigoroso sulla vaccinazione antirotavirus hanno evidenziato che si tratta di uno strumento più che sicuro (e prezioso) per la salvaguardia della salute dei piccolini.  »

Fai la tua domanda agli specialisti