Pubertà: più rischio tumori se arriva troppo presto

Individuati quasi 400 ingranaggi che regolano l’orologio della pubertà, ossia il momento in cui scatta la maturità sessuale

Pubertà: più rischio tumori se arriva troppo presto

La più grande analisi genomica condotta finora ha individuato ben 389 segnali genetici associati all’orologio della pubertà, quattro volte di più di quelli noti fino a oggi. Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Nature Genetics, è stato realizzato da ricercatori dal consorzio internazionale ReproGen, guidato dall’Università di Cambridge. I ricercatori hanno analizzato le varianti genetiche nel Dna di 329.345 donne, individuando così i segnali genetici indipendenti associati all’età della maturità sessuale femminile.

I rischi di una pubertà precoce

Con la ricerca sono state riscontrate nuove prove genetiche che confermerebbero la connessione tra una pubertà precoce e il rischio elevato di sviluppare in futuro diversi tipi di tumori. I tumori del seno, dell’ovaio e dell’endometrio nelle donne e quello alla prostata negli uomini sono, infatti, sensibili agli ormoni sessuali. Il coordinatore della ricerca, John Perry, ha spiegato che studi precedenti avevano suggerito che la tempistica della pubertà fosse in qualche modo associata al rischio di insorgenza di malattie a decenni di distanza, ma finora non si era capito se fossero delle osservazioni circostanziali, per esempio secondarie ad altri fattori come il peso corporeo. Lo studio attuale, invece, identifica un nesso causale diretto tra pubertà precoce e aumento del rischio di cancro, che potrebbe essere spiegato dai livelli di ormoni sessuali più alti nel corso della vita. Capire meglio questi legami può servire per prevenire serie malattie nel corso della vita.

Effetti negativi sulla salute

Il momento dello sviluppo sessuale varia notevolmente, ma tende a essere simile all’interno delle famiglie. Una pubertà “anticipata” può avere anche dei vantaggi per alcuni adolescenti, per esempio quelli che si impegnano attivamente nello sport, ma sembra avere in gran parte effetti negativi sulla salute negli anni seguenti, anche per quanto riguarda il rischio di cardiopatia.

 

 

 
 
 

Lo sapevi che?

Sono state identificate due rare varianti genetiche che abbassano l’età della pubertà solo se vengono ereditate dal padre.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Capricci: aiuto, non so gestirli!

La corretta gestione dei capricci è di fondamentale importanza sia per insegnare che esistono regole che non si possono tragredire sia per favorire la resilienza, che è la preziosa capacità di sopportare le frustrazioni e di affrontare le condizioni stressanti rimanendo il equilibrio.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti