Rabbia nei bambini: se nascosta può diventare distruttiva

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 30/05/2019 Aggiornato il 03/06/2019

L’aggressività sana aiuta a crescere, ma è importante che sia canalizzata nel modo corretto. Ecco perché la rabbia nei bambini va sempre espressa

Rabbia nei bambini: se nascosta può diventare distruttiva

La rabbia che esprimono i bambini è un’importante tappa evolutiva, ma è importante che imparino a gestirla nel modo giusto.  Eppure, fanno notare gli esperti, sono in aumento le situazioni in cui questo sentimento viene represso. Per capire dove passa il confine tra ciò che è normale e ciò che non lo è attivo il progetto  “La rabbia che non si vede” un sistema di misurazione dell’aggressività nei minori, realizzato dalla Fondazione Policlinico universitario Gemelli.

Test per misurare l’aggressività

Il progetto, che durerà due anni, consiste nel rilevare indicatori precoci di rabbia nei bambini attraverso test che misurano l’aggressività con una serie di questionari differenziati per fasce di età. Dalle risposte potranno emergere diversi gradi di rischio di sviluppare psicopatologie, come isolamento sociale, cyberbullismo, tossicodipendenze.

Importante la presenza dei genitori

Secondo lo psichiatra Federico Tonioni, responsabile del progetto, esiste una rabbia nei bambini distruttiva e pericolosa, perché compromette l’autostima e la capacità di credere in se stessi. Ma c’è anche una sana forma di aggressività che promuove invece la crescita, quell’istinto grazie al quale i bambini apprendono dall’esperienza ed esplorano l’ambiente. Questa spinta irrefrenabile è la stessa che induce, per esempio, un bambino a camminare o un adolescente a uscire di casa per la prima volta da solo. I genitori però hanno il compito di accompagnarla con la loro presenza. Tutte le volte che un bambino fa una cosa per la prima volta, la fa con grande serietà e intensità emotiva, e immediatamente cerca la presenza di un adulto, che non deve necessariamente intervenire, ma essere presente. Se ciò non accade, l’istinto a crescere non diventa esperienza e viene trattenuto dentro, trasformandosi in rabbia nei bambini. E quella che non si vede può avere un ruolo decisivo anche nei disturbi dell’apprendimento.

 

 

 

 
 
 

In breve

ATTENZIONE A QUESTI SEGNALI

Dietro la rabbia nei bambini ci possono essere un calo improvviso del rendimento scolastico e comportamenti regressivi.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ovaio policistico a 20 anni: in quanto tempo gli integratori fanno effetto?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Nessun preparato compie miracoli: per contrastare la sindrome dell'ovaio policistico che viene messa in relazione con il sovrappeso è necessario prima di tutto modificare il proprio stile di vita, a partire dall'alimentazione.  »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti