Ritocchi, per effetto del Covid ora piacciono extralarge

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 16/06/2021 Aggiornato il 16/06/2021

Dopo la pandemia i ritocchi tornano a essere importanti. È per effetto del Covid

Ritocchi, per effetto del Covid ora piacciono extralarge

L’era dei ritocchi soft sembra essere finita. L’effetto Covid, infatti, si fa sentire anche sulle correzioni estetiche dove si assiste a un ritorno di fiamma dei ritocchi extralarge. Che tradotto in pratica significa ancora labbra a canotto, decolleté esplosivi e glutei sodi e rotondi. Forse sarà colpa dell’isolamento sociale ma sta di fatto che torna il desiderio di un corpo ben visibile, persino eccessivo nelle proporzioni.

È boom di richieste

Così negli studi dei chirurghi le richieste di ritocchi extralarge crescono. «Dopo un anno di interazioni, relazioni e contatti pubblici ridotte all’osso a causa del Covid-19 si sta diffondendo la convinzione che nessuno ricordi più i nostri tratti somatici e la nostra silhouette, come se fossimo caduti in una sorta di oblio: per questo chi aveva già intenzione di ricorrere alla chirurgia per sentirsi giovane e bella adesso osa di più», spiega Daniele Spirito, specialista in chirurgia plastica a Roma e Como e docente presso la Scuola di specializzazione in Chirurgia plastica  dell’Università di Milano. Diremo quindi definitivamente addio al ritocco naturale in nome di correzioni più invasive e vistose? Tutto da stabilire.

C’è voglia di farsi notare

Per il momento la scelta spazia da maxifiller a protesi voluminose per bocche carnose, seni prosperosi e silhouette tutte curve. Mentre per gli uomini il trend suggerisce pettorali scolpiti e addome a tartaruga. «Si registra un forte aumento di richieste di interventi dai risultati più prorompenti» continua l’esperto. «La pandemia ha scatenato l’urgenza di prendersi cura di sé e disinibito chi era più restio a modifiche più appariscenti. Quello che conta in ogni caso è trovare soddisfazione nel proprio aspetto fisico, soprattutto in questo momento, ma sempre con la giusta prudenza e senza stravolgimenti eccessivi».

Gli interventi più richiesti

«Per il ringiovanimento del viso e del collo si punta sul minilifting composito, meno invasivo e duraturo come un lifting classico, con rischi di complicanze ridotti e un recupero più rapido» continua l’esperto. Si effettua una sola piccola incisione davanti al padiglione auricolare e si procede a uno scollamento di 5-6 cm del sottocute: da qui si fa ingresso nei piani profondi e si riposizionano i tessuti verso l’alto. La cicatrice è piccola, quasi invisibile, l’esposizione dei tessuti è minima. L’operazione viene eseguita in anestesia locale con sedazione in regime di day hospital. Il risultato? Un viso che appare più giovane di dieci anni.
«Molto richieste sono anche le protesi labiali, in alternativa al filler, per una bocca carnosa e sensuale dall’effetto permanente e naturale: l’utilizzo della mascherina permette peraltro di nascondere il gonfiore iniziale». 
Per quanto riguarda, invece, il seno si sta tornando verso le taglie abbondanti e lo stesso vale per i glutei. «Per un posteriore alto, sodo e rotondo si propone la gluteoplastica con impianti sottomuscolari, una tecnica rivoluzionaria, efficace e sicura, con risultati definitivi.

 

 
 
 

Da sapere!

Per gli uomini l’ultima tendenza riguarda addome e pettorali: sempre più in voga l’innesto di protesi per avere fisici statuari senza fare troppi sforzi.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti