Sai proteggere il tuo bimbo dal sole?

Contenuto sponsorizzato

Con le belle giornate cresce la voglia di stare all’aria aperta e di godere delle giornate di sole. Senza però mai dimenticare la protezione, fondamentale soprattutto per i bambini

Sai proteggere il tuo bimbo dal sole?

Non ci sono dubbi: per grandi e piccini il sole è sinonimo di salute, vitalità e allegria. Ma la pelle dei bambini è molto delicata e per questo l’esposizione ai raggi va sempre calibrata con particolare attenzione. Va fatto al mare e in montagna durante le vacanze, ma anche in tutte le occasioni di gioco all’aria aperta. Sottile e poco difesa per via di una scarsa presenza di melanina, naturale protezione della cute, l’epidermide dei bimbi è infatti più a rischio di scottature, eritemi e arrossamenti rispetto a quella degli adulti con ripercussioni immediate ma anche future sulla salute.

Serve estrema cautela

Per l’esposizione al sole vanno scelte le prime ore del mattino e quelle del pomeriggio inoltrato, quando i raggi UV sono meno forti. Meglio poi prevedere sempre una protezione extra scegliendo indumenti traspiranti di colore chiaro, cappelli con visiera e occhiali da sole a marcatura CE, gli unici che rispettano i requisiti di efficacia e di sicurezza europei.

I solari sono indispensabili

Mamme e papà lo sanno bene: la pelle dei piccoli deve sempre essere protetta con un solare all’aperto. Ma deve trattarsi di un solare formulato in maniera specifica per la loro cute fragile.  I solari di Linea MammaBaby® hanno un’altissima capacità di protezione: sono formulati secondo i migliori criteri e con attenzione per le pelli sensibili dei bambini, in modo da proteggere dagli effetti negativi effetti delle radiazioni UVA e UVB. In più grazie ai filtri solari Eco Reef rispettano l’ecosistema marino.  

ACQUA SOLARE BABY

Ci vuole buon senso

Vale comunque sempre la regola di evitare le esposizioni prolungate che costituiscono per tutti, grandi e piccini, un grave rischio per la salute. Per essere sicuri occorre anche tenere presente il fototipo: più è chiaro, maggiori sono le probabilità di eritemi e anche di pericolose scottature. Attenzione, infine, all’intensità dei raggi che può essere maggiore in determinati luoghi come, ad esempio, in montagna per via dell’altitudine oppure in mezzo al mare per il riverbero dell’acqua.

L’SPF è fondamentale 

Al momento di acquistare un solare non basta verificare l’SPF, un valore che rappresenta soltanto la protezione dai raggi UVB, non dagli Uva e che da solo, quindi, non garantisce una protezione dall’intero spettro solare. E’ importante invece accertarsi che il prodotto sia in grado di schermare sia dagli UVA sia dagli UVB. Per tutti quindi, e a maggior ragione per i piccoli, è fondamentale leggere bene le etichette che, oltre all’SPF, dovrebbero riportare la dicitura UVA all’interno di un cerchio.

Un aiuto indispensabile

Albertino, il Sole Baby SPF 50+ Eco Reef proposto da Olcelli, può essere utilizzato in totale tranquillità per i più piccoli. E’ dermatologicamente testato per pelli sensibili, è resistente all’acqua, non contiene PEG, coloranti, parabeni, possiede un efficiente, innovativo e fotostabile sistema filtrante ECO REEF (protezione ad ampio spettro dalle radiazioni UVB-UVA) che protegge efficacemente in modo naturale la delicata pelle dei piccoli da scottature ed eritemi solari e salvaguardia nello stesso tempo la bellezza degli oceani e delle barriere coralline. E’ arricchito inoltre con olio di mandorle dolci e hamamelis dalle proprietà addolcenti e lenitive.

FOTO 2 OLCELLI_SOLE BABY SPF 50+ ECO REEF

Sia la protezione per i più piccoli, sia il Sole Mamma SPF30 Eco Reef hanno superato brillantemente la valutazione su soggetti con pelli sensibili: sono risultati infatti compatibili con questo tipo di cute dopo un esame che ha visto rimanere il prodotto a contatto della pelle per 48 ore senza scatenare reazioni.

FOTO 3 OLCELLI_SOLE MAMMA SPF 30 ECO REEF

I solari Linea MammaBaby® sono confezionati con il sistema Bag on Valve che da un lato, grazie a un erogatore a 360°, facilita l’applicazione dei prodotti anche nelle zone più difficili senza provocare un fastidioso effetto freddo, e dall’altro riduce l’impatto ambientale attraverso un sistema ecologico e sostenibile. Il sistema bag on Valve è sicuro perché utilizza semplice aria compressa e non propellenti infiammabili o nocivi per lo strato di ozono. In più, poiché il prodotto all’interno del sacchetto non entra in contatto con l’ossigeno, si prolunga il ciclo di vita delle formule. Per questo sui prodotti non è riportata l’indicazione relativa al periodo di tempo (PAO) entro il quale il prodotto stesso deve essere utilizzato.

FOTO 4 OLCELLI_SOLE BABY SPF 50+ ECO REEF

 

 

 
 
 

In sintesi

Questi i consigli di linea Mammababy per una corretta esposizione

· Non tenere al sole i neonati e per tutti evitare le ore più calde della giornata (tra le 11.00 e le 16.00).

· Proteggere sempre la pelle del bambino con un prodotto dall’SPF adeguato, scelto in base al fototipo e al luogo di esposizione.

·  Applicare uniformemente il prodotto su tutto il corpo almeno 30 minuti prima di esporsi al sole. Riapplicarlo con frequenza, soprattutto dopo che il bimbo ha sudato, ha fatto il bagno in mare, in piscina o la doccia.

·  Applicare la protezione anche se non c’è un’esposizione diretta al sole perché i raggi ultravioletti raggiungono la pelle attraverso le nuvole o l’ombrellone e sono riflessi dall’acqua, dalla sabbia e dalla neve.

·  Per una protezione addizionale utilizzare indumenti, cappello e occhiali e dopo l’esposizione al sole usare un doposole.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Contenuto sponsorizzato

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dolori mestruali spariti da quando è iniziata la ricerca di una gravidanza

29/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una spiegazione strettamente scientifica alla scomparsa della dismenorrea nel momento in cui si hanno rapporti sessuali non protetti non esiste, tuttavia il fatto stesso che a volte accada rende l'eventualità possibile.   »

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che un bimbo subito dopo essere stato vaccinato contro la rosolia possa trasmetterla. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti